Utente 734XXX
NEL MESE DI MARZO dOPO UN RAPPORTO ANALE ATTIVO NON OCCASIONALE BRUCIORE AL GLANDE, aNTIBIOTICI PER QUALCHE GIORNO MA IL DISTURBO SI CRONICIZZA( FASTIDI VAGHI E FUGACI AI TESTICOLI AL PUBE. eCOGRAFIA VIA URINARIE+PROSTATA NEG. ES URINE +URINOCULTURE NEG(ANCHE LONTANO DA ANTIBIOTICI,eSAME PROSTATA NEG:L'UROLOGO DICE CHE SI è TRATTATO DI URETRITE IN qUESTI MESI hO FATTO UN CICLO DI 10GG DI CIPROXIN E 10 DI AUGUMENTIN(LA MIA PARTNER AVEVA AVUTO URINOC. + PER ENTEROCOCCO IO NEGATIVA MA HO FATTO LA TERAPIA UGUALMENTE. I SINTOMI I QUESTI MESI SONO STATI VARIEGATI E MUTEVOLI:DOLORE ADDOMIN DOPO MINZIONE,A VOLTE LUNO IL DECORSO DELL'URETRA (MA CHE DOPO MEZZA ORA DIVENTA NORMALISSIMA. mI SONO DOCUMENTATO SULLA PROSTATITE CHE MI SEMBRA ESSERE UN ENIGMA E POSSO DIRE DI NON AVERE: GETTO DEBOLE, DIFFICOLTA A INIZIARE IL GETTO NICTURIA POLLACHIURIA .DESIDERIO SESSUALE NORMALE E RAPPORTI ASSOLUTAMENTE NORMALI.LA MINZIONE DURANTE LA DEFECAZIONE NON è MAI SEGUITA DA FASTIDI! i DISTURBI ATTUALI SONO aNSIA AD OGNI MINZIONE E DOLORE-FASTIDI AL PENE DOPO 10 MINUTI OGNI TANTO BRUCIORE
, vI CHIEDO
: éPOSSIBILE CHE SIA PROSTATITE? (L'UROLOGO CHE MI HA VISITATO DICE CHE I SINTOMI DOVREBBERO ESSERE PIù ECLATANTI.
pUò UNA URETRITE DURARE COSI A LUNGO(5 MESI CON ALTI E BASSI)?
E VERO CHE IN QUESTI TIPO DI DISTURBI HA UN RUOLO IMPORTANTE L'ASPETTO PSICOLOGICO?
il BRUCIORE AL MEATO hA SEMPRE UNA ORIGINE ORGANICA O ANCHE FUNZIONALE ,E SEMPRE DI ORIGINE INFETTIVA?
il DOLORE AL PENE COMPARE DOPO 5-10 MINUTI DALLA MINZIONE PERHè LA VESCICA è CONTRATTA ?
COSA MI CONSIGLIATE. sCUSATE LA SERIE DI DOMANDE MA èL'UNICO MODO PER NOI PAZIENTI ANSIOSI DI CAPIRE. I MEDICI "DAL VIVO " SONO POCO ESAURIENTI DI SPIEGAZIONI

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente, è possibile che ci sia un pò di prostatite in associazione con un aumento di dimensione della prostata dovuto all'età il consiglio è quello di fare una visita urologica completa per impostare una corretta terapia
[#2] dopo  
Utente 734XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dott la ringrazio per la puntualità della risposta ma vorrei approfittare della sua disponibilità per chiedere ancora qualche chiarimento. UN PO DIPROSTATITE è DA INTENDERSI COME UNA FORMA SUB CRONICA? INOLTRE PRATICARE 3 CICLI DI TAVANIC DI 5 GG AL MESE COME MI HA CONSIGLIATO L'UROLOGO PUò BASTARE? PER QUANTO RIGUARDA LE DIMENSIONI E LE ALTRE CARATTERISTICHE DELLA PROSTATA (CONSISTENZA, DOLORABILITà') ALLA ESLORAZIONE RETTALE E ALLA ECOGRAFIA L'UROLOGO HA DETTO CHE ERA TUTTO NORMALE (NON C'ERANO NEANCHE SEGNI DI CALCIFICAZIONI DOPO 5 MESI DALL'INIZIO DELLA SINTOMATOLOGIA E PER TANTO ESCLUDEVA LA PROSTATITE
cOSA POSSO FARE DI ALTRO PER UNA DIAGNOSI PIù ACCURATA? gRAZIE
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
si intendo una leggera cronicizzazione, la cosa importante è individuare la causa ed agire su di essa