Utente 362XXX
Buonasera, ho 23 anni e da almeno 3 soffro di DE. Ho iniziato ad accorgermi tempo fa che l'erezione mattutina era strana,a volte il glande e' piccolo e morbido. Andando avanti con il tempo ho iniziato a notare che l'erezione non e' rigida come prima e l'erezione mattutina non e' sempre presente e in ogni caso sparisce molto velocemente (mi ricordo che anni fa prima di poter andare in bagno dovevo aspettare almeno 10 minuti). Nei rapporti sessuali a volte non sempre faccio fatica a mantenere l'erezione(che e' sempre NON al 100%) e soffro di eiaculazione precoce, ma molto precoce piuttosto inferiore al minuto. Per circa 2 anni, poi ho sofferto di ansia generalizzata e ho preso Daparox(paroxetina) che ha come effetto collaterale alleviato di un po' l'eiuaculazione precoce, che pero' da quando ho finito di sospendere il farmaco da circa un mese, il problema e' notevolmente peggiorato: adesso i miei rapporti durano una media di 10 secondi, forse 15.
Circa un anno fa ho fatto un controllo da un andrologo che ha detto che era tutto a posto, dopo aver controllato testosterone e ormoni e la prostata,e mi fece anche un ecografia alla vescica prima e dopo aver urinato, tutto quanto nella norma.
Disse che potevano essere i farmaci per l'ansia, anche se ho sempre sostenuto che il problema si presentava da prima e mi diede Levitra 10mg, l'ho preso una volta sola e il risultato e' stato un rapporto molto lungo ma piuttosto insoddisfacente perche senza eiaculazione e l'erezione era comunque non perfettamente rigida.
A scopo informativo vorrei dire che qualche mese prima di notare questi disturbi iniziai a fumare tabacco e a volte marijuana, e con quest'ultima ho smesso circa un anno e mezzo dopo. Ora fumo solo tabacco, e sto cercando di smettere proprio per questo problema.
Inoltre da quando avevo 8 o 9 anni mi masturbo in un modo strano, invece che usare le mani mi strofino sul materasso tirando fuori di poco il pene dai pantaloni, Non so perche' sinceramente.. ma ho sempre fatto cosi' e ora inizio a pensare che possa essere una delle cause. Questo inoltre mi permette di eiuaculare anche quando l'erezione e' praticamente inesistente, ma e' anche quasi insoddisfacente.
Che cosa potrei fare per risolvere questi problemi? ma sopratutto e' possibile risolverli del tutto? Non nascondo che ho paura che non sia possibile.
Il mio medico di base mi ha dato un farmaco chiamato 'Spedra' da 100mg per darmi un aiuto, ma devo ancora provarlo. Poi mi ha di nuovo suggerito di andare da un andrologo solo che non so come fare perche' vivo da 8 mesi all'estero, precisamente a Londra.
Per favore aiutatemi,
Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

assumere levitra o spedra senza una diagnosi precisa mi appare avbastanza improprio.
Come già risposto ad un altro lettore lei potrebbe essere affetto da una patologia veno-occlusiva che le impedisce una buona rigidità ed un asdeguato mantenimento della stessa
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Pozza, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html ,

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 362XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera, innanzitutto vi ringrazio di avermi risposto, ma d'altro canto se devo essere sincero mi aspettavo un qualcosa di piu'.. non mi avete tolto mezzo dubbio, e ne ho scritte di cose, ho cercato di essere piu' chiaro e specifico possibile per quanto possa esserlo in una situazione del genere.. Senza dubbio gli articoli postati da Dr. Beretta sono molto interessanti.. ma io vorrei sapere cosa ne pensa uno specialista riguardo alla mia precisa condizione, prendendo in considerazione se possibile tutti i fattori.. Ho gia fatto una visa da un andrologo come scritto in precedenza, e sono tornato a casa con la sensazione di aver sprecato tempo e soldi, e inoltre Dr Pozza, e' stato lo stesso ad avermi prescritto Levitra senza uno straccio di diagnosi.. Per favore, aiutatemi ad uscire da questa situazione.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

forse non ha letto attentamente tutti gli articoli consigliati altrimenti avrebbe compreso quali strategie diagnostiche generalmente si attuano in presenza di un disturbo sessuale come quello da lei lamentato e, a diagnosi fatta, quali strategie terapeutiche si adottano.

L'esperienza da lei vissuta, inutile è sottolinearlo, è naturarmente, se veritiera, negativa e da cassare.

Prima bisogna fare una precisa diagnosi e poi impostare la terapia mirata, quando possibile; da questa postazione noi possiamo solo consigliarle, se l'andrologio consultato non è stato all'altezza del suo problema e non ha fatto il suo dovere, di cambiarlo.

Ora valuti attentamente, magari parlandone anche con il suo medico di famiglia e di fiducia, quale altra Struttura e quale altro specialista, vicini alla sua residenza, consultare.

Ancora un cordiale saluto.

[#5] dopo  
Utente 362XXX

Iscritto dal 2014
Se veritiera? perche' dovrei mentire scusi?

Conosce qualche buona struttura o specialista a Londra? E' li che vivo da 8 mesi.

La ringrazio cordiali saluti

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

quel "se" è retorico naturalmente; vedo che vivendo fuori dal nostro suolo patrio ha perso lo spirito della nostra lingua!

A Londra non mancano comunque andrologi di chiara e provata fama, provi eventualmente a rintracciare John P. Pryor , Uroandrologist al Lister Hospital.

Ancora un cordiale saluto.