Utente 362XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 20 anni. Già tre settimane fa ho avuto un forte dolore al petto e mi sono recata in pronto soccorso, dove gli esami sono risultati negativi. Il dolore era passato, fino a venerdì quando si è ripresentato forte e sono tornata al pronto soccorso, esami di nuovo negativi. Mi hanno mandata a casa, ma da lì il dolore è sempre stato presente. Da sdraiata praticamente non lo sento, ma come mi alzo e mi muovo il dolore torna. Ieri mattina era insostenibile così mi reco di nuovo in ospedale, dove per la terza volta mi dicono che non c'è niente ma non mi danno neanche niente da prendere. La mia dottoressa mi aveva dato il moment doll ma invece che migliorare quando lo prendo il dolore peggiora. Da quando mi sono svegliata questa mattina, inoltre, continuo a sentire una strana sensazione di tuffo al cuore e se mi ascolto i battiti sento che ogni qualche battito normale ce ne sono due che si susseguono velocemente. Mi era già successo qualche mese fa, ma non ne ho mai parlato con il dottore pensando fosse dovuto all' ansia. Adesso però continua da qualche ora e ne sento parecchi a pochissima distanza uno dall' altro. A seguito anche di questo dolore al petto, questo sintomo mi sta preoccupando parecchio..
Grazie in anticipo per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora
a distanza non possiamo dirle nulla di più di quanto non le sia già stato detto...se i colleghi che l'hanno valutata hanno escluso una causa cardiaca occorre indagare su altri versanti (ad esempio su quello gastroenterico, che comunque esula dalle nostre competenze). Per i tuffi al cuore possono essere banali extrasistoli facilitate dall'ansia della situazione. Innanzitutto cerchi di tranquillizzarsi.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 362XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta.
La mia dottoressa mi ha comunque consigliato un consulto da un cardiologo, da cui andrò domani sera in modo da escludere del tutto la causa cardiaca.
Se anche lì risulterà tutto negativo, indagherò su altri versanti l' origini di questo dolore.
Grazie.