Utente 361XXX
Gentili dottori sono Andrea ho 33 anni e ormai da tre soffro di prostatiti ricorrenti che sistematicamente vengono curate con antibiotici secondo l'antibiogramma soffro anche di forti dolori lombari cronici, ho protrusioni multiple L'1/L2 L2/L3 L3/L4 L4/L5 L5/S1 con dolori sordi e diffusi a livello muscolo scheletrico,
A volte sensazione di corpo estraneo nel retto e live gocciolamento post minzione , fatico a guidare e l'erezione non mi sembra come prima.Volevo sapere , mi sono sottoposto a visita citologica,eco addome e scroto per entrambi tutto regolare, 3 test stamey con ricerca diretta clamidia anch'essi negativi per la clamidia ma positivi a batteri( staf. Emolitico prima, poi enterococco fecalis), 3 urinoculture negative,spermiogramma negativo, testosterone e livelli ormonali nella norma.Posso secondo voi escludere la clamidia e indirizzarmi verso il pudendo. La clamidia può rimanere silente anche per 10 anni e poi se ci fosse non si sarebbe già vista dagl'esami? Sono molto preoccupato. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

la presenza di Chlamidiae, se nelle vie seminali, con gli attuali esami colturali mirati viene prima o poi sempre riscontrata.

Sulle prostatiti ricorrenti le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/Urologia/1784/Prostatiti-croniche-at

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200/le-malattie-della-prost,

http://www.medicitalia.it/salute/prostata .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Mi scusi dott. Beretta ma non ho capito la risposta, posso stare tranquillo per la clamidia . Può trattarsi di pudendo o qualche altra patologia? Leggevo che la prostata non è mai sterile. Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ha ben compreso il senso del mio intervento.

Ancora un cordiale saluto.