Utente 308XXX
Buongiorno, ho 34 anni, peso 77kg e sono alto 1,91m. La settimana scorsa mi sono recato dal mio cardiologo dopo aver effettuato una ecocardiografia di controllo (ho sempre avuto extrasistoli isolate) dalla quale non emerge nessun problema. Il cardiologo mi ha fatto anche un elettrocardiogramma dal quale esce una anomalia a specifica dell'onda t che ho sempre avuto fin da bambino (fatto vari controlli e sport anche agonistico senza mai problemi). Ora faccio solo lunghe camminate ed essendo un tipo ansioso non mi va molto di fare un test così impegnativo per il cuore. Ha senso farlo? Il cardiologo mi ha detto che non c'è nulla di preoccupante: allora perché un altro test? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Considerando che non ha 80 snni un test da sforzo non ha mai ucciso nessuno. L'intenzione del cardiologo è giustamente quella di concludere l'inter diagnostico a cui è stato sottoposto e la decisione di vedere come si comportano le extrasistoli durante lo sforzo è assolutamente ragionevole. Il test inoltre è programmato in modo che lei debba fare uno sforzo proporzionato alla sue eta' quindi niente di più' di cio' che potrebbe fare nella vita quotidiana.
Quando ci si rivolge ad un professionista è fondamentale avere fiducia e credere in cio che viene proposto , altrimenti è meglio cambiare. Di cardiologi ce ne sono tanti e mostrare dubbi verso chi l'ha in cura non certo un fatto positivo. In ogni caso quello che fa un Medico è di proporre non certo di obbligare.
saluti
[#2] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Grazie della risposta, lei ha sicuramente ragione, il test l'ho fissato per cui andró a farlo. Approfitto della sua gentilezza per chiederle una informazione : ma è possibile che la mia t "anormale" sia una variante della normalità o deve per forza esserci qualcosa che non va?