Utente 178XXX
Buongiorno,
avrei bisogno di un consulto: circa 4 mesi fa mi è uscito nella mano destra vicino al pollice un puntino rosso in precedenza molto piccolo.. a distanza di 3 mesi ha iniziato a ingrandirsi di circa 3-4 mm. Decido cosi di fare una visita dermatologica a Napoli ( perchè mi trovavo li momentaneamente) il dottore mi dice che è un granuloma piogenico e che si deve togliere con la crioterapia perchè altrimenti con il laser può uscire troppo snague... torno nella mia città e faccio una visa da un dermatologo dell'asl il quale mi dice che devo fare la diatermocoagulazione.. ( nel frattempo questo granuloma è sceso sotto pelle e sopra si è formato del pus trasparente che alcuni giorni fa è fuoriuscito un pò ) ... vado in farmacia per prenotare questa diatermocoagulazione e il farmacista mi manda da un chirurgo in ospedale per farmi vedere.. sono andata e mi ha detto che me lo toglierà con il bisturi il 5 novembre. Non ci capisco niente... secondo voi qual'è la soluzione migliore? E cosa comporta l'estrazione con il bisturi? Mi metteranno dei punti?
Scusate ma sono un pò preoccupata, anche se forse non è niente di particolare...

Vi ringrazio anticipatamente per la risposta
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

capisco la sua confusione e la sua perplessità.

In realtà tutti e tre i metodi sono utilizzabili in questo caso: molto dipende dalle dimensioni e dalla sede del granuloma, oltre che dalle preferenze personali del chirurgo e dalla sua esperienza relativamente alla mano.

Buon pomeriggio.