Utente 363XXX
Buongiorno, mio padre, 71 anni e in buone condizioni di salute, ha subito circa un mese fa un intervento chirurgico per una stenosi aortica severa. Gli è stata sostituita la valvola aortiva (calcifica e bicuspide) con una protesi biologica.
Il decorso post operatorio è stato privo di complicazioni (solo un episodio di FA trattato con amiodarone).
Tuttavia l'Ecocardiogramma predimssioni ha evidenziato "Vsx con buona funzionalità sistolica, protesi biologica aortica in situ con gradiente max 50 mmHg e medio 30 mmHg ed insufficienza residua moderata apparentemente intraprotesica, VDx nei limiti, IT 2+, PAP stimata 35 mmHg, no versamento pericardico".
Papà fisicamente sta bene ma questa insufficienza valvolare mi preoccupa, anche perchè abbiamo fatto l'inrevento proprio per risolvere questo problema.
Vorrei sapere da cosa può dipendere questa cosa visto (i medici che lo hanno seguito non mi hanno saputo dare risposte soddifacenti, dicendomi solo che ci può essere un "periodo di adattamento della protesi ") e laddove rimanesse questa insufficienza cosa occorre fare? non vorrei che l'intervento fosse stato non risolutivo.....
Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Tutte le bioprotesi hanno un certo grado di insufficienza intraprotesica, dovuto a inevitabili limiti strutturali dei devices. In genere si tratta di una insufficienza di grado lieve, ma anche il grado moderato di per se' non costituisce un grosso problema.



Esegua, in ogni caso per sicurezza (ma immagino che i colleghi lo abbiano gia' programmato) un nuovo controllo ecocardiografico, magari transesofageo,tra un paio di mesi anche per il monitoraggio del gradiente transprotesico, che risulta un po' elevato, per essere certi di un corretto funzionamento dlla bioprotesi impiantata

In bocca al lupo

.GI

[#2] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Egr. dott. Iaci, la ringrazio moltissimo per la celere risposta!
infatti è programmato un controllo con il cardiochirugo a tre mesi dall'intervento e ci dovrebbero richiamare a breve anche i cardiologi per un ecococuore di controllo. Ero solo preoccupato per questa insuffcienza valvolare residua di cui mi erano state date poche spiegazioni.
La ringrazio ancora per la risposta che mi ha tranquillizzato.

Crepi il lupo!