Utente 180XXX
Salve,

ho 28 anni, impiegato, vita sedentaria, 182x93kg, è da questa mattina appena svegliato che avverto sensazione di tuffi al cuore e quelle che dovrebbero essere extrasistole. In passato mi è successo piu volte ma l'evento si calmava dopo 2/3 ore. Ma da stamattina l'evento nn si è ancora placato, anzi mentre vi scrivo sono in preda al panico in quanto sento continui tuffi. Sto misurando i battiti ascoltandoli dal collo. La frequenza è intorno ai 96 battini e ogni tanto sento il cuore che si ferma e riparte (classica extrasistole). Non so che fare, ieri sera ho un pò esagerato con il cibo e ho fumato un sigaro. 5 mesi fa ho fatto un ECG per controllare la mia situazione cardiaca dato che ho un aneurisma del setto interiatriale. Vi riporto in calce l ultimo ecocardiogramma fatto 2 anni fa. 15 giorni fa ho anche fatto una visita per il lavoro dove la dottoresa che mi ha ascoltato il cuore mi ha detto che era tutto ok. Sono un pò preoccupato, cosa devo fare? I sintomi si sono triplicati rispetto a stamane. Devo andare in pronto soccorso o posso aspettare domani mattina? Ho paura che sia una fibrillazione atriale (mia madre 68 anni ne ha sofferto 8 mesi fa). Grazie Mille

Situs solutitus, levocardia, SDS
Normali i ritorni venosi, le connessioni Atrio-Ventricolari e Ventricolo-Arteriose.
Normali le dimensioni, gli spessori e la funzione delle cavità cardiache. Normali il setto interventricolare. Aneurisma del setto interatriale con movimento sn-dx.
Al color doppler lieve-moderata insifficienza della valvola triscuspide (PAPS 45 mmHg), lieve insufficienza della valvola mitrale.
Arco aortico sinistro. Normale il circolo coronarico esplorabile.
Pericardio virtuale.

All'esame eseguito con microbolle: minimo passaggio dx-sn atriale, che rimane invariato durante la manovra di Valsava.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È opportuno che si rechi al pronto soccorso per eseguire un ECG
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
Salve,
quest oggi la situazione è migliorata. La donna è andata bene. Ho iniziato a risentire le extrasistole in maniera piu accentuata soltanto dopo pranzo. Questo pomeriggio inoltre non le ho avvertite finche sono stato stdraiato nel letto. Appena rialzato e adesso dopo aver cenato continuo ogni tanto a sentirle. Il battito sembra comunque regolare. Potrei escludere quindi una fibrillazione? Comunque domani effettuerò ECG ed ecocardiogramma con il mio cardioologo.
Potrebbe trattarsi anche di una somatizzazione ansiosa? (vengo da un periodo di forte stress lavorativo) Inotre, quali possono essere le cause patologiche che possono portare extrasistole e/o fibrillazioni?

Grazie Mille.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le avevo consigliato di recarsi al PS proprio,per,dirimere il dubbio che lei avesse un episoio di f.a.
Il tracciato è l eco che eseguirà domani non potrà certo dire cosa ha presentato oggi.
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno,

riprendo questo consulto per segnalare che subito dopo il post del dottor cecchini mi sono recato dal cardiologo dove ho effettuato sia un eco cardiogramma che un elettrocardio gramma.

Non appena mi sono seduto sul lettino del cardiologo le extrasistole magicamente sono cessate.

Entrambi gli esami sono risultati nella norma. L'unica nota segnalta dall'ecocardiogramma e una lieve ipertrofia del SIV che il cardiologo pensa possa far riperimento ad un ipertensione che sto man mano controllando.

Ora, da circa una settimana sono torna ad avere le extrasistole. Rispetto alla scorsa volta sono piu accentuate e frequenti

Misurando i battiti ne avverto una ogni circa 20/30 battiti.
Il cardiololo la scorsa volta mi ha detto che non ci sono patologie cardiache a cui possono essere associate tali extrasistole che ho avuto.

Ora la mia domanda è questa: è possibile che le extrasistole che avverto tutt'ora possono essere legate a qualche cardiopatia che mi è potuta venire nel giro di due mesi o è veramente e solo ansia?

Riconosco di essere una persona che somatizza molto, però davvero fino a questo punto mi sembra esagerato.

Grazie Mille.
Saluti,
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei è sicuramente ansioso ma esegua un holter cardiaco
Arrivederci