Utente 633XXX
Salve.

Sono un ragazzo di ventitre anni ed il mio problema è il seguente:

il mio pene è lungo 16.5cm dunque non sono interessato ad un "metodo" (chirurgico o meno) per aumentare tale misura ma per quanto riguarda la circonferenza ho la necessità che essa aumenti in modo definitivo, naturalmente senza divenire futura vittima di patologie subordinate all'impiego del metodo che utilizzerò per raggiungere il mio leggitimo obbiettivo.
Le dimensioni circonferenziali sono queste: alla base 14.2cm, a metà 13cm circa ed all'estremità APPENA quasi 11cm; logicamente il glande non ha proporzioni importanti.

Il mio quesito, a cui io spero Voi diate una risposta completa, esaustiva e soprattutto sincera, è il seguente:
HO LETTO DI UNA SPECIE DI POMPA... CHE CREA SOTTOVUOTO... ETC: L'UTILIZZO DI QUESTA CAGIONERA' PER CERTO UN'ESPANSIONE DEI MIEI TESSUTI OLTRE LA NORMALE ESTENSIONE CHE MI AVVIENE AL GIORNO D'OGGI DURANTE UN'EREZIONE MASSIMA? IN ALTRE PAROLE: CODESTA PROVOCHERA' CERTAMENTE UN'EREZIONE AL MASSIMO DELLE MIE POSSIBILITA' MA COMPORTERA' NEL CORSO DI UTILIZZO CONTINUATIVO ANCHE UN INCREMENTO DIMENSIONALE CIRCONFERENZIALE (SVILUPPO REALE E DEFINITIVO DEI TESSUTI NON SOLO LA LORO MOMENTANEA MAGGIORE CAPACITA')??
MI POTRESTE FORNIRE INFORMAZIONI COMPLETE IN MERITO AL METODO SOPRACITATO E, GENTILMENTE, ANCHE DI TUTTE LE ALTRE PRATICHE SCIENTIFICHE INERENTI AL MIO PROBLEMA?

P.S. No ho nessuna intenzione di sottopormi ad interventi chirurgici per ovvi motivi precauzionali.

In attesa di un Vostro gentile, professionale, esaustivo e sincero riscontro colgo l'occasione per porgerVe i miei più

Distinti Saluti

Anonimo (...)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,
un uomo con un pene che raggiunge i 16,5 cm di lumghezza e calibri di 14, 13 e 11 cm, è un pene assolutamente normale da un punto di vista medico.
Nulla toglie che il soggetto voglia pensare di aumentarne le dimensioni di questo pene "normale",
pensando di trovare più partners ?,
pensando di avere migliori rapporti sessuali ??,
pensando di "soddisfare" meglio tutte le donne con cui avrà dei rapporti ??
o per un autovalutazione personale, soggettiva, di confronto con gli altri maschi, di timore di essere giudicato da loro ? ???
Se lei è fermamente convinto di dover aumentare ledimensioni del suo pene, sappia che non esistono assolutamente strumenti in grado di aumentare la circonferenza.
Se vuole buttare un po' di soldi e magari procurarsi delle lesioni anche serie, utilizzi i vari sistemi "vacuum" offerti nel web ma non si aspetti di vedere risultati.
Trovi , invece, il modo di parlare con uno specialista andrologo, magari con esperienza chirurgica che possa consigliarle le eventuali soluzioni chirurgiche ( le uniche con possibilità di ingrossare il pene pur con discreti rischi) e magari possa capire le sue motivazioni magari consigliandole anche un parere psico-sessuologico
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 633XXX

Iscritto dal 2008
Re: Dott. Diego Pozza

Salve.

Innanzitutto grazie per la celerità dell'esaustiva risposta.
Se possibile, vorrei chiederle: un intervento chirurgico di mero ingrossamento (circonferenziale ovviamente) che effetto REALE apporterebbe alla zona borderline che, a questo punto sembra anche inutile dirlo, mi causa una pseudo-dismorfofobia? Non aumenterebbe il divario già eistente tra le varie circonferenze sopracitate? Non farebbe sembrare ancor più piccolo il glande?? In parole povere non peggiorerebbe l'estetica peniena???

P.S. Sò che ne avrà anche pieni i m...i (!!!!!!!!!!!!) di queste cose, della "nostra" comune pignoleria, paura e via dicendo ma per me è una cosa molto importante (probabilmente: frase sentita circa 1000 volte!!!!!!!) poichè l'estetica per le ragazze, non è fondamentale ma fà davvero piacere e sopratutto soggettivamente parlando io non sono un brutto ragazzo, sono alto, un fisico asciutto, al test del Q.I. mi hanno immesso nella fascia -superiore- (!) etc. etc. Questo per me è un fatto che mi provoca veramente disagio ed inibizione in quanto non riesco più a rapportarmi con fiducia in me stesso con l'altro sesso nonchè, spesso, mi influenza negativamente anche in altri contesti sociali: ha cambiato notevolmente la mia personalità (coping e meccanismi di difesa) facendomi diventare molto ma molto meno espansivo, estroverso, spigliato, ambizioso, dolce, simpatico etc. etc. UN VERO E PROPRIO CASINO :(

Se risponderà, anticipatamente La ringrazio.

Distinti Saluti

Anonimo (...)
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


lei non ci dice se ha già avuto la opportunità, possibilità di avere dei rapporti sessuali e come si siano conclusi
Valuti l'ipotesi della "chiaccherata" con uno specialista andrologo
vari saluti
[#4] dopo  
Utente 633XXX

Iscritto dal 2008
Re: Dott. Diego Pozza

Salve.

Premetto che non ho richiesto questo consulto con l'intenzione di "fare una chiaccherata" (come dice Lei) ma con l'intento di ricevere informazionidelucidazioni in merito al mio (chiamamolo) problema, da specialisti, suppongo giustamente, seri perchè "alla luce del sole; sono offeso ed allibito dal Suo cinismo (forse superficialità) con cui mi ha trattato: non ha dato responso alla mia domanda (Un intervento chirurgico di mero ingrossamento, prese in considerazioni le misure sopracitate, non rischia di peggiorare l'estetica peniena?) nonchè mi ha semplicemente consigliato di rivolgermi direttamente ad un andrologo per un colloquio a quattrocchi... a questo punto, subordinatamnte alla Sua ultima risposta, mi sorge una perplessità: qual'è l'utilità di questo servizio???

(come sempre) Distinti Saluti

P.S. Ho avuto esperienze sessuali in cui è stata notata, di certo non positivamente, l'estetica peniena.

Anonimo
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il mio non è "cinismo" ma solo esperienza che mi induce ad affrontare, concretamente, alcuni problemi solo di fronte ad un paziente con una sua personalità, un suo vissuto, un suo pene, una sua aspettativa.
tutte cose che la via telematica non consente di valutare
cari saluti
[#6] dopo  
Utente 633XXX

Iscritto dal 2008
Re: Dott. Diego Pozza

Salve

Comprendo pienamente ciò che mi vuole comunicare e mi scuso comunque.

Nonostante non posso non notare che ha eluso la risposta alla mia domanda (Un intervento chirurgico di mero ingrossamento, prese in considerazioni le misure sopracitate, non rischia di peggiorare l'estetica peniena?). Non credo che sia necessaria una visita andrologica ad un paziente in particolare per valutare (...); l'esperienza su decine di pazienti con misure simili penso che sola dia l'opportunità di dare risposta alla mia domanda.

Grazie mille

Anonimo
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

l'estetica peniena potrebbe essere anche migliorata ma i rischi di andare incontro a complicanze estremamente sgradevoli è molto, molto elevato
cari saluti
[#8] dopo  
Utente 633XXX

Iscritto dal 2008
Salve.

Voglio innanzitutto scusarmi per il lasso di tempo piuttosto lungo...

SENTITI RINGRAZIAMENTI per avermi messo in guardia sulle complicanze spiacevoli in cui potrei incorrere: per ora sono dell'idea che non vale la pena rischiare tanto dunque, almeno per adesso, non ho alcuna intenzione di sottopormi al ben che minimo intervento.

Distinti e Cordiali Saluti

Anonimo (...)