Utente 293XXX
Buon giorno,

mi chiamo Federico e ho 39 anni, circa 30 giorni fa mi sono procurato una sospetta lesione alla spalla sx causa caduta. Al pronto soccorso mi hanno ho fatto gli RX con esito negativo. Mi hanno consigliato riposo per 20 giorni e antidolorifici al bisogno. In questi venti giorni ho fatto una anche una risonanza magnetica con questi esiti: non versamento articolare, nella guaina del capo lungo del bicipite brachiale e nella borsa sottoacromiale deltoidea. Note artrosiche iniziali in sede acromion-claveare con minimo edema spongioso all'estremo distale della clavicola. Presenti modesti aspetti degenerativi a carico del tendine del sopra spinato che presenta disomogeneo incremento del segnale, senza segni di rottura. Regolari i restanti tendini della cuffia dei rotolatori e il capo lungo del bicipite brachiale. Conservato il labrum glenoideo.
Inoltre sono andato da un noto ortopedico della mia zona per una visita di consulto, perché il dolore durante alcuni movimenti è sempre presente ma in special modo durante le ore notturne. Ho fatto anche due infiltrazioni con esiti negativi o blandi. L'ortopedico mi avrebbe consigliato di fare un intervento in artroscopia perché sospetta una lesione tendinea al sovraspinato ( anche se non si vede in RM ).
Chiedo a voi cosa mi consigliate di fare.
Mille grazie e saluti

Federico
[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La storia clinica che ha raccontato e la risonanza magnetica della spalla che ha riportato lasciano intendere che qualcosa non va per il verso giusto nella funzione articolare.
Il problema, in questi casi, è di avere a disposizione il dato clinico (la visita per intenderci) che offre allo specialista informazioni molto utili per porre una diagnosi precisa.
Non avendo a disposizione il dato clinico, ritengo che il collega abbia acquisito i predetti dati e che abbia considerato che l'intervento chirurgico sia l'unica possibilità terapeutica.
Nel caso avesse incertezze e perplessità potrebbe chiedere un altro consulto di un Chirurgo della Spalla.
AUguri
[#2] dopo  
Utente 293XXX

Iscritto dal 2013
Buona sera,
in merito a quanto avevo scritto nelle mese di novembre 2014, sono stato operato e hanno eseguito sutura artroscopica con una mini ancora del sovraspinato, eseguita una borsectomia e acronimoplastica questo il 17 novembre 2014. Ho iniziato a fare fisioterapia presso un centro privato della mia zona perché i tempi di attesa della fisioterapia pubblica erano lunghi. Tutt'oggi sono ancora in fisioterapia e inoltre il mio ortopedico mi ha prescritto dei cicli di laser terapia e 10 giorni di terapia con Gladio ( due compresse al dì ), questo perché avevo forti dolori all'avambraccio fino al polso ( questo anche di notte ). Il braccio lo alzo meno di 90 gradi liberamente, oltre, solo con il fisioterapista con forti dolori, sia sulla parte anteriore della spalla che posteriormente. Oltre a quanto appena scritto, non riesco alzare con questo braccio più di un paio di chili. Mi hanno dato benestare di guidare la macchina ma non riesco, girare il volante, perché continuo a prendere delle forti scosse alla spalla.
Mi sono fatto operare perché di notte avevo forti dolori e non riuscivo a sollevare pesi, a mio parere il tendine è ancora rotto oppure cosa potrebbe essere e in che modo riesco a trovare il problema ?
Mi potete dare delle indicazioni visto che é dall'otto ottobre del 2014 che mi sono infortunato sul lavoro e non vedo la luce infondo al tunnel.

Grazie e saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non ho dati attendibili per poterle dare una risposta precisa.
Credo che dovrebbe parlarne con il chirurgo che l'ha operata e chiedere indicazioni precise sul prosieguo del trattamento.
Auguri
[#4] dopo  
Utente 293XXX

Iscritto dal 2013
Buon Giorno,

martedì 10 cm. ho fatto una visita fisiatrica, per capire perché ho continuamente male alla spalla sulla parte anteriore durante e dopo la fisioterapia.
Ho fatto alcuni test fisiatrici e mi hanno diagnosticato la sospetta rottura del sottoscapolare.
E' possibile che nella RM che ho fatto dopo alcuni giorni dall'infortunio non si vedesse tale lesione ? Durante l'operazione in artroscopia per il sovraspinato non si riesce vedere il sottoscapolare ?
Mi trovo in questa situazione dall'8 di ottobre 2014 facendomi naturalmente sempre tutte le visite e gli esami in privato.

Saluti e grazie
[#5] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Molte variabili comprometterebbero ogni mia risposta mettendomi nelle condizioni di sbagliare. Per tale motivo, a questo punto, le consiglio di approfondire con un consulto "dal vivo" (con uno specialista di sua fiducia) e non on line.
Auguri
[#6] dopo  
Utente 293XXX

Iscritto dal 2013
Buon Giorno,

vi inoltro l'esito della RMN che ho fatto, il 17-02-2015 :

- Esiti di sutura della cuffia dei rotatori nel novembre 2014.
Inserzione di vite di fissaggio cranialmente alla doccia bicipitale omerale. Non alterazioni di intensità di segnale delle strutture ossee. Modesto versamento nella borsa sottodeltoidea. Rispetto precedente controllo del giorno 03-11-2014 versamento circonda il capolungo del bicipite nella doccia bicipitale da tendinopatia. Capolungo del bicipite in sede. Degenerazione dell'inserzione distale del tendine sovraspinato sul trochite. Non segni di rottura completa dei tendini della cuffia dei rotatori. Modesto edema dell'inserzione prossimale del muscolo deltoide. Non versamento articolare.

Mi potete cortesemente dare un Vs. parere in base all'esito della RMN che Vi ho girato? Io ho sempre un forte dolore quando eseguo la mia ginnastica riabilitativa, se il braccio non lo muovo non sento dolore.

Vi ringrazio e saluto
[#7] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
La RM che ha effettuato, mette in evidenza un sofferenza tendinea che andrebbe studiata e valutata per un programma terapeutico adeguato ma, credo, che la soluzione migliore sia di parlarne con il chirurgo che l'ha operata.
AUguri