Utente 468XXX
Salve dottore,

Mia madre 66 anni ha il colesterolo da anni sempre alto variando dai 280 - 320 mg/dl totale e HDL 30-40 .
I medici le prescrivono abitualmente farmaci fluidificanti e le consigliano una dieta a base di pesce magro. Però tale livello di colesterolo non vuole scendere in nessun modo. Io presumo che mantenere un livello così alto del colesterolo per tanto tempo potrebbe aver iniziato ad intaccare il sistema vascolare.

Mi potrebbe indicare quale check-up (tipi di analisi specialistiche) sarebbe utile fare per verificare lo stato del sistema vascolare di mia madre onde cercare di prevenire o prendere in tempo eventuali anomalie. Siccome è una persona amante della vita, non vorrei che si dovesse trovare improvvisamente a far fronte con le spiacevoli conseguenze derivanti dalle ostruzioni di vene e arterie.

Ringrazio anticipatamente dell'aiuto.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Andrea Odero
20% attività
8% attualità
4% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
I principali fattori di rischio per aterosclerosi sono, oltre a quella che veniva definita familiarità -oggi potremo chiamarlo con il suo nome: il patrimonio genetico- il fumo di sigaretta, l'ipertensione arteriosa e l'ipercolesterolemia.
Se la genetica non è modificabile possiamo modificare le nostre abitudini e cercare di correggere i fattori di rischio cosiddeti acquisiti: smettere di fumare, assumere correttamente terapia anti-ipertensiva prescritta dal cardiologo e correggere prima con l'alimentazione ed un po di movimento e poi con i faramci a base di statina. Essendo dei faramci sarà cura del suo Curante prendere in cosiderazione l'ipotesi di prescriverli.
Per quanto riguarda eventuali danni che negli anni i fattori di rischio hanno inflitto alle arterie potrebbe essere utile sottoporsi ad una visita specilistica per la valutazione dei fattori di rischio, per l'esclusoine di arteriopatia obliterante degli arti inferiori.
Un esame strumentale che sta assumendo sempre maggior diffusione è l'ecocolorDoppler delle carotidi (TSA) che permette di effettuare a basso costo uno screening preventivo per l'ictus ischemico e dopo misurazione dello spessore della media (IMT) correlarlo al rischio cardiovascolare. E'evidente che per quanto riguarda la valutazoine del rischio coronarico sia indicata anche la valutazione di un cardiologo.
Saluti.
[#2] dopo  
Utente 468XXX

Iscritto dal 2007
Grazie dottore,

Davvero molto esauriente.
In effetti il colesterolo non è da sottovalutare. Pensi che la moglie di un mio collega di lavoro purtroppo è rimasta paralizzata per metà del corpo e fra le cause principali riscontrate vi era appunto una occlusione da placca di vena. Ed era una donna affetta da colesterolo alto da molto tempo. Che spiacevoli situazioni.
Colgo l'occasione per dire a lei e agli altri medici che date consigli nel sito che apprezziamo molto quello che state facendo. Un grazie sentito di cuore.

Andrea