Utente 205XXX
Salve, ho fatto un ecografia addome totale per dolore a sx con dispnea e mi hanno riscontrato una ciste,questo dolore me lho porto dal 5 novembre 2013 a seguito di un trauma causato da una caduta da portiere che ho fatto.

Il rene sx presenta una morfovolumetria complessiva,uno spessore corticale ed differianziazione cortico-sinusali regolare,contro il suo polo superiore,in corrispondenza della loggia surrenalica,interposta tra rene e milza si evidenzia la presenza di una forma espansiva,tondeggiante,omogeneamente ipoecogena,con profili a tratti non ben definiti,con segnale colore vascolare ivi non significativamente rappresentato.Le dimensioni al controllo attuale registrate sono di circa 40x35 mm.

Si propone per quanto descritto un approfondimento con tac addome.

Vorrei sapere dai sintomi che ho se la ciste incide qualcosa!

Ecosa fare ,grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Malerba
24% attività
12% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Gentile utente , si tratta genericamente di una formazione espansiva della loggia surrenalica che deve essere studiata più profondamente e necessariamente con una TAC addome.
Pertanto solo dopo l'esecuzione di tale esame si può rispondere alle sue domande.
Sempre disponibe invio distinti saluti.
[#2] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2006
Salve dott. intanto grazie per la sua risposta,una domanda potrebbe andar bene fare una risonanza per evitare radiazioni?

poi mi sono dimenticato a scrivere che come disturbi ho anche tachicardia.
[#3] dopo  
Dr. Michele Malerba
24% attività
12% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
In linea di massima la TAC e RMN si equivalgono , ma generalmente dopo l'esecuzione dell'ecografia l’indagine radiologica iniziale è la TAC che identifica la sede e l’estensione della lesione.
Inoltre questa permette una prima distinzione tra lesione benigna/maligna e lesione corticale/midollare effettuata mediante la quantificazione delle Hounsfield Units: valori <10 HU identificano tessuti ad alta densità lipidica e pertanto escludono il feocromocitoma e le metastasi.
In tale contesto, la RMN non sembra essere superiore alla TAC, mentre il suo impiego viene riservato alla biopsia guidata delle lesioni surrenaliche nel caso di sospette metastasi in pazienti oncologici
La tachicardia va indagata bene , perchè potrebbe essere un disturbo di una patologia della ghiadola surrenale tipo feocromocitoma.
Quindi le consiglio dopo la TAC , nel caso questa rivelasse una patologia surrenalica, di eseguire una visita endocrinologica.
Sempre disponibile invio distinti saluti.
[#4] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2006
grazie dott. le faccio sapere!!