Utente 363XXX
Gentili medici,
ho bisogno di un vostro consulto. Ho vent'anni, ma sin da quando ero ancora una ragazzina ho una vena visibile, dietro il ginocchio sinistro, che prosegue lungo la coscia come un'onda sinusoidale. Negli ultimi tempi mi fa più male, probabilmente perchè sto parecchie ore seduta all'università. Inoltre, ho un capillare visibile da molti anni di colore viola sulla coscia sinistra supero-lateralmente al ginocchio , e altri capillari visibili, spuntati più recentemente, di colore rosso, sulla coscia sinistra e in minor quantità sulla coscia destra.
Premettendo che mia madre soffre di vene varicose, cosa posso fare per prevenire l'insorgenza di complicazioni e per alleviare la stanchezza alle gambe? Cosa posso fare per prevenire la formazione di ulteriori capillari? Posso migliorare la situazione assumendo qualche integratore? Se acquisto delle calze elastocompressive, come faccio a scegliere la tipologia e la taglia giusta? Il mio stile di vita è sano, non fumo, non bevo, dormo 8 ore, cerco di stare attenta alla mia alimentazione, evito i tacchi e d'inverno faccio la doccia con l'acqua tiepida, non molto calda. Per la depilazione uso il silk-èpil, in quanto con la ceretta i miei capillari ne risentono molto. Purtroppo alterno periodi in cui mi muovo molto e periodi in cui mi muovo molto poco. In questo periodo sto ogni giorno molte ore seduta a seguire le lezioni, ma cerco di muovermi in qualche modo anche se non pratico uno sport. Di rado assumo un farmaco a base di oxerutina per la stanchezza alle gambe, oppure metto una crema rinfrescante su vene e capillari. Per favore aiutatemi.
Grazie per l'attenzione, saluti.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
non è raro che ragazze della Sua età mostrino già segni di sofferenza venosa superficiale, soprattutto quando vi sia familiarità in tal senso.
Le precauzioni da Lei già adottate sono corrette, ma una valutazione specialistica con ecocolordoppler è necessaria, per indirizzare correttamente le misure preventive o eventualmente terapeutiche (scleroterapia ?) più indicate.
Anche la calza elastica più indicata nel Suo caso va identificata dallo Specialista sulla base dei rilievi clinici e strumentali.
[#2] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Grazie Dottore per il consulto. Provvedo a cercare uno specialista nella mia città per fare una visita con ecocolordoppler.
Cordiali Saluti.