Utente 156XXX
Gentili Dottori, sono un uomo di 78 anni,
peso 62kg e sono alto 1,57. In seguito ad un ECG, ecocardio e
visita cardiologica mi è stata trovata una fibrillazione atriale.

Ecografia cardiaca:
Il ventricolo sinistro è di normale volume e cinesi.
Nei limiti le dimensioni dell'atrio sinistro.
Morfologicamente normale la valvola mitrale, flusso da alterato rilasciamento verso sn.
Sclerosi aortica con lieve rigurgito.
Nei limiti le cavità destre, PAPs 35 mmhg.

Visita cardiologica:
Recente episodio di FIBRILLAZIONE ATRIALE persistente regredito spontaneamente in soggetto in trattamento per analoghi episodi,
con Concor 10mg: 1/2 cp al dì.
Ha iniziato Fluxum 3000f: 1fx2 di sottocute.
Porterà in visione Azotemia, Creatinina, acido urico, Na, K, emocromo per valutare possibilità di iniziare nuovo anticoagulante orale.
Buono il compenso emodinamico. Ha recuperato ritmo sinusale.
PA 120/70 mmhg
Controlli anche FT3, FT4, TSH.

ECG: ritmo sinusale a freq 58/min, lievemente bradicardico.
Normale conduzione AV Asse elettrico a sinistra.
Sporadica extrasistolia sopraventricolare.

Piano Terapeutico:
PRADAXA (dabigatran) 110mg (60 cps) 1 due volte al dì, cioè 220mg

Per Prevenzione dell' ictus e dell'embolia sistemica nei pazienti adulti affetti da FANV.
Data prima somministrazione: 18/10/2014
Durata del piano: 52 settimane

Concordate con i vostri colleghi?
Avete consigli, sempre ben accetti..soprattutto quando devo ricontrollarmi, che esami
effettuare regolarmente, come convivere con pradaxa al meglio.
grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Concordo se il suo CHADS-vasc score è superiore a 0 e credo che il collega l'abbia valutato prima di prescriverle il pradaxa. Non concordo sulla terapia per laprevenzione della FA poichè il solo Concor non è sufficiente. A mio giudizio lei necessita di terapia antiaritmica specifica e ancor più di un tentativo di ablazione transcatere con RF. Si rivolga ad un bravo aritmologo (un cardiologo con particolari competenze in problemi del ritmo cardiaco).
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la sua celere e cortese risposta.
Vorrei chiederLe: posso fare il vaccino antinfluenzale usando Pradaxa 220mg al dì da un mese? Grazie ancora (78 anni, peso 62kg, altezza 1,57)
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Certamente....
[#4] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2010
Gentili Dottori, Sono sotto Pradaxa (220mg al dì) dal 18 ottobre 2014.
Ho effettuato il primo controllo ematico. Di seguito i risultati vecchi e nuovi:

Al 7/10/2014:

tempo di protrombina 91,0%
I.N.R. 1,08
aPTT 27 sec
RATIO 0,94
Fibrinogeno 327 mg%


Al 10/12/2014

Tempo di Protrombina SUPP: 81 %
13 sec
1,15 I.N.R.

Tempo di Protrombina parziale ** 44 sec
Fibrinogeno 290 mg/dI

Come valuta questi cambiamenti?
quando mi consiglia un consulto cardiologo?
Cordiali Saluti
[#5] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2010
Dottore spero che mi risponda presto. So che è molto impegnato, e rispetto il suo tempo, ma sono molto preoccupato e lei mi da molta sicurezza. Intanto la saluto e le auguro un buon anno. Aspetto con ansia la sua risposta. Saluti
[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora
non vedo i motivi per i quali lei si è sottoposta alla valutazione dei parametri ematochimici che riporta....
Il Pradaxa è un nuovo anticoagulante che agisce in maniera completamente diversa dal vecchio Coumadin e non necessita di valutazioni come il valore dell'INR. Quel che deve fare è assumere costantemente le cpr ogni 12 ore e fare un controllo della funzione renale (creatininemia) e di quella epatica (transaminasi) 1 volta all'anno o più spesso se dovesse avere in partenza qualche problema con il funzionamento di questi 2 organi (questo può saperlo il suo cardiologo curante al quale le consiglio di affidarsi).
Saluti