Utente 293XXX
Buonasera,
Sono un ragazzo di 30 anni ho subito nel mese di luglio un intervento per la rimozione del sinus.

L'intervento è andato bene con nessuna complicanza nel post operatorio, ma a distanza un mese ho notato una piccola perdita di sangue\siero, il chirurgo che ha effettuato l'intervento mi ha rassicurato affermando che si trattava di una piccola escoriazione subita dalla cicatrice.

Tale problematica si è verificata altre due volte l'ultima proprio oggi. E' possibile che a distanza di quasi 4 mesi dall'intervento la cicatrice sia ancora cosi delicata e non ancora consolidata da subire queste piccole lesioni?

Specifico che presto molta attenziona ad evitare colpi o attriti sulla zona interessata (salvo passare alcune ore seduto in ufficio) ed a mantenere la zona pulita.

Quale potrebbe essere la causa?ci sono rimedi per limitare e risolvere la problematica?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Malerba
24% attività
16% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, è possibile che la secrezione saltuaria di siero/sangue dalla cicatrice non consolidata a distanza ormai di quattro mesi dall'intervento possa essere dovuta ad una recidiva, evenienza non trascurabile in tali casi.
Le consiglio di sottoporsi ad una nuova visita chirurgica in modo da chiarire tale sospetto non infondato.
Disponibile sempre per ulteriori chiarimenti invio distinti saluti.
[#2] dopo  
Utente 293XXX

Iscritto dal 2013
Egr. Dr. Malerba,
La ringrazio per la risposta fornita al mio questito, nel caso di recidiva dovrei notare sulla cicatrice un orifizio come in occasione della visita che a portato alla diagnosi del sinus prima dell'intervento?Oppure la perdita può avvenire senza aperture o simili?

Le porgo i miei saluti

[#3] dopo  
Dr. Michele Malerba
24% attività
16% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Generalmente la recidiva si manifesta tramite la presenza di uno o più orifizi nella sede sacro-coccigea nei pressi della cicatrice chirurgica come in occasione della visita che ha portato alla diagnosi del sinus prima dell'intervento.
Con cordialità.
[#4] dopo  
Utente 293XXX

Iscritto dal 2013
Egr Dott,
Torno a scriverle dopo aver effettuato la visita con il chirurgo che ha effettuato l'intervento quest'ultimo ha escluso una possibile recidiva. La piccola apertura è da imputare ad una difficoltà di cicatrizzazione dovuta alla presenza di peluria nella zona ed alla presenza di una "sporgenza" del coccige.

All'esito della visita mi è stato raccomandato di depilare la zona e mantenerla pulita oltre all'applicazione per alcuni giorni di cicatrene.

Secondo lei queste indicazioni possono condurre alla risoluzione del problema?