Utente 363XXX
Salve,
sono un ragazzo che ha appena compiuto 20 anni e proprio ieri ho avuto il mio primo rapporto sessuale. Vi scrivo per chierdervi un consiglio: ieri mentre era in atto il rapporto sessuale (che poi abbiamo dovuto interrompere per via del dolore che aveva la mia ragazza, vergine come me) io, seppur con il pene sufficientemente eretto, non riuscivo a provare più di tanto piacere tanto da credere che, anche se non avessimo interrotto per altri motivi il rapporto, non sarei riuscito di lì a poco a raggiungere l'orgasmo (da racconti di amici la prima volta si dovrebbe raggiungere l'orgasmo in un lampo). Oggi, invece, ci abbiamo riprovato e addirittura non sono neanche riuscito a raggiungere l'erezione (l'erezione c'era ma non sufficiente per la penetrazione); in pratica anche oggi sono riuscito a raggingere l'orgasmo solo con una sua pratica masturbatoria nei miei confronti ma solo dopo tanto ma tanto tempo!!!
Ho letto già un vostro articolo(http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1137-deficit-erettile-mancanza-desiderio-dannosa-pornografia-online.html) e credo di ritrovarmici in pieno. Io, infatti e purtroppo, fino a ieri, mi mastrurbavo, utilizzando la pornografia online, anche 2-3 volte al giorno e credo che il fatto di non riuscire a provare piacere con la mia ragazza dipenda dal fatto di una mia pratica eccessiva di masturbazione (ad esempio anche la mattina prima di vedermi con lei, sapendo ci avremmo riprovato, mi sono masturbato). Riconosco che la media giornaliera è altissima, ma non dipende da impulsi sessuali, molte volte capita di masturbarmi "perchè non ho niente da fare"!!
La domanda che vorrei porvi è la seguente: partendo dal presupposto che oggi, dopo aver fatto "cilecca", mi sono talmente spaventato tanto da impegnarmi con me stesso a non praticare più pratiche masturbatorie per almeno 2 settimane (credo che non sarà difficile visto che come vi dicevo spesso non mi masturbo per via di impulsi e voglie improvvise) potrebbe bastare questo impegno a farmi ritrovare la libidine con la mia ragazza ? Inutile dire che la mia ragazza mi attrae molto.. Cosa potrei fare altrimenti? Grazie mille, ho cercato di essere il più schietto possibile !

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

già questo comportamento potrebbe aiutarla, tuttavia i giovani che abusano di siti porno si distaccano progressivamente dalla realtà, identificando il proprio desiderio sessuale solo con la dimensione visiva e con modelli non reali. Per sistemare le cose poiché il calo del desiderio e la mancanza di "piacere" sarebbero strettamente connesse alla perdita della concezione reale del sesso, la cosa migliore è confrontarsi con il sessuologo che saprà guidarla per uscire da questa problematica.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Mi associo alle riglessioni del dr. Maretti.
La sua richiesta di consulenza andrebbe suddivisa in due parti:
La prima volta
L'abuso di pornografia

La prima volta è sempre abitata da ansie , preoccupazioni, poca conoscenza del proprio ed altrui corpo, talvolta dolore è così via...
Datevi tempo e vedrà che l'empatia, l'amore ed il,tempo, vi renderanno sereni e più sicuri sotto le lenzuola...
A tal proposito le allego delle letture sulla famigerata prima volta

http://www.medicitalia.it/blog/psicologia/1313-verginita-fatidica-volta.html

http://www.medicitalia.it/blog/psicologia/1336-verginita-parte-seconda-uomo.html

Per quanto riguarda la pornografia, ribadisco quanto scritto dal dr. Maretti: il suo abuso, porta lentamente ad uno stravolgimento delle fantasie, ad omologarsi a dei modelli alterati e non veritieri alla fisiologia ed alla psiche ed ad uno scollamento dalla realtà.
A tal proposito le allego altre letture


http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/4391/E-se-la-pornografia-non-facesse-poi-cosi-male

http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1518-sesso-rete.html
http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1548-sesso-rete-parte-seconda.html
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/647/Pornografia-dipendenza-senza-sostanza-e-calo-del-desiderio
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/2985/Pornografia-ed-immaginario-erotico-come-internet-ha-stravolto-le-fantasie