Utente 363XXX
Buongiorno. Sono la sorella di Fabio, 51 anni, affetto da sindrome di Down. Nel marzo scorso, dopo ripetuti episodi di caduta a terra, gli è stato impiantato un pace-maker, ascrivendo tali malesseri ad una forte bradicardia. Fabio soffre anche della sindrome delle apnee notturne diagnosticata tramite polisonnografia eseguita nel mese di settembre con in evidenza 55 pause all'ora.
Fabio è soggetto a frequenti episodi di lipotimia, soprattutto al mattino, quasi
sempre di sabato, giornata in cui si alza più tardi degli altri giorni (mediamente 2 ore).L'ultimo questa mattina con debolezza, sudorazione, arti molli, ma senza perdita di coscienza. Ha misurato la pressione arteriosa dopo una decina di minuti dall'episodio (il tempo di raggiungere una farmacia) e i valori erano 63/125.
Il mio medico di base imputa questi episodi alle apnee notturne, abbiamo provato con il C-Pap senza riuscirci perchè Fabio manifesta vere e proprie crisi di panico quando proviamo a mettergli la maschera.
Chiedo gentilmente un parere su questi episodi.
Fabio assume Adenuric, 80 mg al giorno per curare la gotta da cui è affetto.
Grazie a chi vorrà rispondere.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara Sig.ra
così da lontano, senza visitare il pz e senza visionare la documentazione l'aiuto che posso darle è decisamente limitato....posso solo dirle che se non è stata fatta una corretta diagnosi (correlare i problemi bradiaritmcii con i sintomi del pz) il rischio è di aver impiantato il pacemaker senza risolvere il problema. Altra possibilità è che le cause siano multiple e in questo caso occorre stabilire quali siano le altre cause.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio molto, dottore, per la tempestiva risposta.
In alcuni accessi al Pronto Soccorso dopo episodi lipotimici è stata esclusa l'origine cardiaca dei sintomi, basandosi su elettrocardiogramma, enzimi cardiaci, ecc.., orientandosi verso la sindrome delle apnee notturne che provocherebbe "addormentamenti" improvvisi durante il giorno.
Le chiedo una cosa, se può gentilmente dedicarmi ancora un poco del suo tempo:
ho letto su Internet che l'Adenuric può provocare bradicardia, le risulta?
Secondo lei è il caso di chiedere un controllo del pace-maker, visto che è stato impiantato nel marzo scorso e controllato solo dopo un mese dall'impianto?
[#3] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Dottore mi scusi ma devo correggere un'informazione.
Il pace maker è stato impiantato d'urgenza in quanto mio fratello, durante un monitoraggio al Pronto soccorso, dopo un episodio di caduta a terra, aveva registrato diverse pause cardiache.
Aveva portato un holter circa un mese prima che era risultato regolare senza la registrazione di alcuna pausa. Così come erano regolari tutti i precedenti ECG.
[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ok....se le pause erano tali da giustificare l'impianto (e credo di si se l'indicazione è stata posta in seguito a questo) non c'èmotivo di preoccuparsi attualmente di eventuali effetti bradicardici poichè interverrebbe ilpacemaker per evitarne le conseguenze (solo un malfunzionamento del PM potrebbe giustificare nuovi episodi sincopi secondari allostesso problema). Si rivolga al suo cardiologo di fiducia anche per una verifica del normale funzionamento del PM
Saluti cordiali
[#5] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottore per la sua gentilezza. Seguirò il suo consiglio.

Cordiali saluti