Utente 359XXX
Gentili Dottori, ringraziandovi per il servizio che offrite sono a chiedervi un giudizio circa i miei due spermiogrammi effettuati dopo un anno e mezzo di ricerca. Mia moglie ha 29 anni e dagli esami non risulta nulla di anomalo.

Gli esami sono stati eseguiti a tre mesi di distanza uno dall'altro, il secondo dopo una cura di tre mesi con un integratore prescritomi dal mio andrologo, il quale durante la visita ha riscontrato all'ecodoppler un varicocele di secondo grado.

Riporto i dato dei due spermiogrammi :

Concentrazione per ml : 13.600.000 / 6.500
Totale spermatozoi nell'eiaculato : 31.000.0000 / 19.000.000
Motilita' rettilinea rapida : 0% / 0%
Motilita rettilinea lenta : 5% / 6%
Motilita' in situ : 5% / 4%
Immobili : 90 % / 90 %
Vitalità' 36% / 18 %
Morfologia 2% forme normali / 4% forme normali

Spermiocoltura negativa
Dosaggi ormonali perfettamente nella norma

Alla luce di ciò' vorrei chiedervi: e' possibile che il varicocele, che pare sia l'unica anormalità riscontrata, abbia causato un simile danno secondo la vostra esperienza?Il mio andrologo mi ha consigliato l'intervento anche se ho 37 anni perché dice che non ci sono altre cause, che ne pensate?

La cosa che più mi ha sbalordito e' che non ha ritenuto drammatica la mia situazione seminale e che si tratta di un ipo fertilità'!!! In realtà' leggendo su questo forum ho visto che il nostro caso potrebbe essere addirittura da icsi! E' vero? Sinceramente non so se fidarmi di quanto consigliatomi a questo punto! Vi prego datemi un vostro parere!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la fecondità (fertilità potenziale dopo terapia appropriata) della coppia è tanto maggiore quanto peggiore è lo spermiogramma preterapuia. L' intervento è consigliato fino a 50 anni, dopo ci pensa madre natura a alterare la fertilità maschile, e il varicocele porta danni anche peggiori.
L' intervento si fa per varicoceli di III, IV e V grado ecodoppler in assenza di alterazioni ormonali.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

con questa situazione seminale una fecondazione naturale appare poco probabile.
La assenza di motilità impedirebbe agli spermatozoi di procedere nelle vie genitali femminili fino a fecondare la cellula uovo,
Personalmente dubito che una correzione chirurgica del varicocele possa modificare tale situazione abbastanza compromessa. Comunque, tenuto conto della sostanziale esiguità dell'intervento potrebbe avere un senso "provare" a correggere il varicocele nella speranza di un qualche miglioramento anche in funzione di una eventuale successiva PMA
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 359XXX

Iscritto dal 2014
Gentilissimo dott.Cavallini e Gentilissimo dott.Pozza,vi ringrazio molto per la celere risposta. Se non ho capito male ritenete che il danno al liquido seminale non sia da attribuire al varicocele? Anche io ho dei dubbi sull'intervento,ma mi dispiacerebbe fare affrontare a mia moglie il cammino della PMA senza aver provato tutto il possibile. Nel nostro caso se non dovesse migliorare la situazione quale sarebbe la tecnica PMA più idonea?
Vi ringrazio sentitamente
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

non posso escludere che ilo danno sia dovuto al varicocele ma ho delle perplessità che tale danno sia reversibile
tra le tecniche PMA credo che la ICSI di i risultati migliori
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 359XXX

Iscritto dal 2014
Grazie Dott.Pozza ho capito perfettamente. Approfitto della sua cortesia per un ultima domanda: se decidessi di non operare il varicocele pensa che avremmo lo stesse probabilità di riuscita tramite icsi? Le faccio questa domanda perché ho letto sul sito ( tramite altri consulti) che a volte il varicocele e' correlato ad un'alta frammentazione del DNA e che questo può compromettere la riuscita della icsi stessa, ho capito male? Può darmi un suo parere ?
Grazie per il servizio che offrite
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Il correzione chirgica del varcocele migliora la qualità del seme nel 60%-70% dei casi (frammentazione inclusa) negli altri casi lo spermiogramma non cambia: queste sono le cifre della letteratura. Cose diverse non hanno senso. In base alla legge 40/2004 ed al buon senso clinico ed alla letteratura scintifica vigente prima si opera e se non nasce nulla si pensa a procreazione medicalmente assistita
[#7] dopo  
Utente 359XXX

Iscritto dal 2014
Dottor Cavallini la ringrazio per il tempo che mi ha dedicato. Il 60-70 per cento dei casi di miglioramento e' una buona percentuale, la ringrazio perché mi da un po' di speranza. Spero che lei abbia ragione, la terrò' informata sugli sviluppi della mia situazione. Ancora grazie.
[#8] dopo  
Utente 359XXX

Iscritto dal 2014
Scusi dimenticavo, dopo l'operazione , in quanto tempo ( eventualmente) si osserva un miglioramento? Grazie
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
7-8 mesi.