Utente 364XXX
Salve!
Sono un ragazzo, e volevo descrivere alcune cose che mi sono capitate da circa 6 mesi a questa parte.
Ho notato che circa 6 mesi fa, a seguito di alcuni dolori che pensavo fossero di infiammazione, sotto il glande, quando il prepuzio è tutto tirato giù, e sul pene in generale, un vistoso aumento di capillari e di vene.
Premetto che mi sono sempre masturbato regolarmente dalla adolescenza, in media 1-2 volte al giorno.Ma non è mai successo nulla di anomalo e doloroso.
Tra le altre cose io ho un varicocele al test. sx non operato. Quanto può influire questo?
Ultimamente mi masturbo molto meno, massimo 1-2 volte a settimana, e prendo integratori arvenum per la fragilità capillare.
Anche perche spesso ho sempre dolori nella parte alta del pene. E meno mi masturbo meno ho dolori.
Volevo sapere se era possibile , se ci fossero farmaci o creme, per ridurre quelle vene e capillari che mi sono apparse le quali, quando è in erezione sembrano molto compresse e attorcigliate e spesso oltre a farmi senso, per paura che aumentino non mi fanno raggiugnere una piena erezione.La cosa mi provoca paura e fastidio, perche il pene diventa tutto rosso di capillari praticamente dalla corona del glande fino a metà fusto del pene. E ci sono 3 vene che partono dal centro esattamente alla base del glande, che sono spuntate un po alla volta , e ora sono diramate in tutta quella parte.
Mi sono fatto vedere in medicina vascolare e non hanno detto nulla di anomalo.
Ma il fatto che sian sopraggiunte tutte queste vene e capillari a seguito di alcuni forti dolori mi lascia perplesso.
Tra l'altro non ho mai avuto rapporti.
Mi farò sicuramente vedere da uno specialista, ma vorrei aver chiaro o una idea almeno su quel che mi è accaduto!
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

già il fatto che l'abbiano vista i colleghi di medicina vascolare è motivo di tranquillità, tuttavia per affrontare meglio la problematica si confronti anche con l'andrologo poiché generalmente l'arrossamento e quindi la maggior visibilità vascolare superficiale è dovuta a fenomeni infiammatori locali.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta.
A che può essere dovuto questo fenomeno infiammatorio?
Per come io ricordi la cosa, è successo che verso aprile, di punto in bianco, ho iniziato a sentire forti dolori nella parte alta del pene. E un po alla volta sono spuntate prima delle grosse vene che partono dalla base del glande , e poi, ramificazioni di capillari.
Il fatto che mi disturba di piu e, che da eretto le vene e i capillari sembrano esplodere! Quasi varicose!e spesso sento dolore, anche dopo!
Esistono modi, creme o farmaci in grado di ridurre questa visibilità superficiale?
anche perche oltre a sentire dolori , sento l'organo molto più fragile e poco reattivo dal punto di vista dell'eccitabilità.

Saluti.
[#3] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2014
I medici della vascolare però mi hanno visto per il fatto del varicocele, allora io ho chiesto velocemente di questa cosa...ma non hanno dimostrato molta attenzione!
Ho detto dei dolori, dei sintomi, dell ingorssamento di vene e capillari...io però non credo che un qualcosa che sopraggiunge a seguito di forti dolori sia normale.
Anche perche sia le vene che i capillari che si vedono, non sono lunghi e distesi...ma sembrano quasi compressi!
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
come già detto le consiglio una visita diretta dello specialista andrologo, infatti pur sforzandomi con l'immaginazione, è impossibile fare una diagnosi da questa postazione, ma solo formulare l'ipotesi già detta.

Ancora cordialità