Utente 740XXX
Salve è la terza volta che scrivo.Sono arrivato ad un punto di quasi esaurimento.racconto in breve la mia storia.Ho 25 anni il 28 febbraio ho avuto un rapporto etero a rischio e da qui comincia il mio calvario psicologico:1,2,3,mesi di attesa per il test alla fine risultato neg;pensavo che i miei problemi fossero finiti e in quei giorni cominciai ad avverire dei sintomi strani quali sonnolenza stanchezza.sono un tipo sportivo parlai con il medico che mi fece fare degli accertamentipensando che fosse solo lo stress accumulato in quei periodi.1 EMOCROMO.ELETTROFORESI VES UREMIA ECC-Gli univi valori sballati erano leucociti a 13 , neutrofili a 73linfociti 17 ves 11 (lim 10).da qui mi riprende la forte ansia sia per quella stanchezza (all'inizio pensavo al cambio stagione) e per quei valori;giorni e giorni su internet per capire da cosa era dta la mia stanchezza (fissa sulla sclerosi,linfomi,diabete mmhhhhh mille altre ancora).Il medico mi aveva detto che era un infezione virale che si autolimitava ma io non gli ho creduto perchè leggendo in internet ho visto che in caso di neutrofilia l'infezione è batterica. Altro dottore con il parere dello stress e altro emocromo: leucociti 14 neutrofili 75 linfociti 15 ves 21 (pero limite 25). da li panico e nervoso a fior di pelle, penso di aver leticato con il mondo in quei giorni e mi chiedevo quando potrei aver ritrovato un po di pace;ora non so piu riconoscere i miei sintomi cioè se mi chiedono che ho ora direi sonnolenza discontinua,sudorazione pelle fredda quando fo sport,abbassamento della pressione sui 100-50 quando l'anno scorso era 130-80;se mi avessero chiesto i sintomi 2 mesi fa avrei risposto solo stanchezza e pesantezza palpebre dovuta al fatto che stavo sempre su interne (rincoglionimento).già;ho fatto un eco addome tutto ok visita ematologo che mi ha detto <tranquillo un infiammazione la ves è bassa per essre qualcos'altro>;ora io dovro stare cosi per sempre?quali accertamenti dovrei fare e a chi dovrei rivolgermi e sopratutto cosa potrei avere (io ho paura dei linfomi) anche se febbre nn la ho nemmeno sudorazioni notturne . Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Carlo De Michele
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Credo che lei abbia scelto la via peggiore per trovare la serenità. Internet è una invenzione grandiosa ma può essere fonte di confusioni pazzesche. La diagnosi di una malattia non si fa mettendo assieme una serie di valori di analisi, ma dal rapporto diretto medico-paziente. Infatti è solo attraverso questo rapporto, che prima di essere specialistico deve essere umano, che il medico ha la possibilità di cogliere i segni che possono indirizzare verso una malattia sempre considerando l'unicità del paziente che si ha di fronte.La difficoltà della diagnosi sta proprio nel fatto che un dato di laboratorio non ha mai un significato univoco, ma accquista senso solo se rapportato ad un singolo individuo.E' cioè possibile che un dato possa essere patologico per un individuo e normale per un altro.Se manca la valutazione di tutto il contesto della sua realtà èpossibile che su un dato presumibilmente alterato si appiglino ansia stress e paure che possono venire da tutt'altre ragioni. Cerchi un medico che goda della sua fiducuia e si lasci guidare.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 740XXX

Iscritto dal 2008
Grazie dott. de carlo per la risposta... ho eseguito come consigliato dal mio medico di base un altro emocromo e i valori stanno leggermente rientrando nella normalità.secondo lui tutti i sintomi che ho avuto erano causati da un disturbo d'ansia e ci mettiamo il caldo di quest'anno l'ansia la preoccupazione ecco spiegato il perchè dei sintomi...la situazione è migliorata ancora ho questa faticabilità pero sopportabile e dovuta ad un leggerissimo stato d'ansia... grazie ancora per la sua dedizione.