Utente 364XXX
Gentilissimi dottori ho un quesito da porvi, spero possiate aiutarmi.
ho 30 anni e da circa 8 anni faccio uso quotidiano di polvere di cheratina (micro fibre elettrostatiche) per coprire il diradamento dei capelli...
Non so se conoscete i prodotti tipo toppik o k max, se non li conoscete questi cosmetici potete trovarli facilmente su internet cmq, in sostanza, si tratta di un antico metodo di cammuffamento del diradamento basato sul principio dell'elettrostaticità. le fibbre di cheratina naturale vengono caricate elettrostaticamente e, una volta applicate sui capelli si legano ai capelli rimasti coprendo la zona diradata.
La mia domanda è questa: dal momento che quando si applica questa polvere vola per tutto il bagno e si deposita poi su tutti i mobili del bagno, dal momento che quando mi soffio il naso spesso trovo dei residui nel muco, sono arrivato alla conclusione che devo averne anche inalate parecchie. è possibile che arrivino fino ai polmoni causando gravi problemi tipo malattie polmonari o tumori. (da premettere che non conosco nulla su come funziona l'apparato respiratorio so solo che è in grado di auto pulirsi). non so dirvi con precisione quanto sono grandi le fibre di cheratina ma certamente sembra polvere di cacao o di caffè, macinato molto fine. io da qualche anno utilizzo anche una mascherina al momento dell'applicazione ma i primi anni non lo sapevo e credo di aver inalato un bel po di polvere. cosa dovrei fare a questo punto secondo voi dovrei rivolgermi ad uno pneumologo o al chirurgo toracico oppure stare tranquillo e non fare alcun controllo. è vero che le fibre di cheratina sono naturali e che la quantita inalata non è tantissima ma è anche vero che alcuni di questi prodotti hanno dentro anche sostanze cancerogene come la formaldeide... potete darmi un consiglio su come muovermi gentilmente... grazie mille cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Federico Raveglia
24% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2014
Gent. Utente,
In letteratura non si trova nulla in merito. Tuttavia nel dubbio ritengo che l'utilizzo della mascherina durante l'applicazione, possa renderla abbastanza tranquillo.
Cordialità