Utente 264XXX
Salve,
tra circa un mese dovrò affrontare un viaggio in aereo di due ore, soffro di tpsv occasionali (circa un attacco al mese o due) che si intensificano nelle situazioni di forte stress. Non assumo farmaci per questo problema, poiché per l'occasionalità degli episodi il mio cardiologo mi ha sconsigliato la cura farmacologica. Ho cominciato a soffrire di tpsv nel 2012, a 22 anni, e prima di allora ho fatto molti viaggi in aereo, ma adesso che il problema c'è mi chiedo se io possa continuare a prenderlo senza problemi o se sarebbe opportuno prendere dei provvedimenti preventivi (avere una crisi in aereo non sarebbe affatto piacevole). Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se lei ha presentato episodi di TPSV documentati. ( e lei non inoltra alcuna documentazione) sarebbe opportuno che lei eseguisse profilassi anti aritmica ed in certi casi sarebbe consigliabile uno studio elettrofisiologico intracavitario
La saluto