Utente 870XXX
gentili dottore, sono una ragazza di 28 anni e da circa un mese e mezzo ho un problema che mi assilla: ho una costola la 7 sinistra gonfia, si vede tutta in fuori rispetto alla controlaterale destra, e mi tira molto soprattutto nella parte dove c'è lo spigolo della costola stessa(la parte che forma una specie di u) e appena sotto questo spigolo ho una fossetta lungo il retto addominale come se la zona fosse schiacciata in dentro. il mio ortopedico dice che è dovuta alla scoliosi ok ci sono visto che tutto il costato sinistro è piu in fuori rispetto al destro ma nn mi trovo col fatto che in primis mi fa male più che dolore mi tira proprio, in secondo luogo quella fossetta mi schiaccia.e poi se fosse scoliosi sarebbero tutte uguali le costole invece quella è piu evidente e in fuori a me sembra gonfia , ho provato anche con fastum gel per 10 gg ma niente. non si leva in nessun modo. mi fecero un rx al ps e dissero che non c'erano fratture nè incrinazioni ma di ripetere l' rx. io ho fatto passare un mese nella speranza che si levava ma continua ad essere visibile e gonfia questa costola e mi sto preoccupando.
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

qualora il disturbo continuasse, oltre a ripetere una visita medica, potrebbe eseguire una radiografia mirata della costa incriminata, o, meglio, uno studio mirato di risonanza magnetica (RMN) muscoloscheletrica della porzione di emicostato.

In questo modo potrà avere una migliore valutazione del quadro.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
grazie della risposta, ho fatto un'ecografia proprio ieri e il referto è tenosinovite inserzionale a carico dell'inserzione costale sinistra del muscolo retto dell'addome. mi hanno dato muscoril tre punture tre giorni, reparil gel e riposo da ogni attività fisica , se persiste dovrò fare una risonanza magnetica. la terapia consigliatami le sembra opportuna per il problema? (mi è stata data dall'ecografista radiologo non da uno specialista in materia. grazie ancora. cordialmente
[#3] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
dato il persistere e l'aumentare del gonfiore il mio ortopedico mi ha prescritto una risonanza magnetica torace e addome per vedere se realmente trattasi di tenosinovite inserzionale(diagnosi dell'ecografista) non so perchè nn mi ha voluto far fare solo lo studio della parte gonfia ma vuole vedere tutto e mi ha anche raccomandato una certa urgenza infatti la farò a giorni. mi domandavo se è l'esame più opportuno questo essendomi io rivolta a un ortopedico chirurgo e non a un chirurgo toracico. mi ha detto che una tenosinovite in 15 giorni sarebbe passata e invece sono due mesi circa che ho questo gonfiore e questa frase mi ha generato molta ansia perchè credo sia qualcosa di brutto. spero che qualcuno di voi gentili dottori possa tranquillizzarmi in merito a quale possibile patologia crea tumefazione senza grande dolore nè rossore. grazie ancora e saluti
[#4] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buonasera,

ho letto il suo aggiornamento:
ci tenga informati del risultato della RMN che le è stata richiesta (è chiaro come prima dell'esecuzione di un esame simile non sia possibile fare ipotesi sensate sulla natura del suo gonfiore).

Un cordiale saluto a presto,
[#5] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
buonasera ho appena fatto l'esame ma ho avuto una risposta poco chiara dal tecnico il quale mi ha detto che con la risonanza magnetica del torace non si vedono i legamenti i muscoli le ossa della costola specifica e che nn è quello l'esame indicato..ora sono preoccupata che l ortopedico abbia sbagliato a prescrivermi la risonanza e che forse dovevo fare quella muscolo scheletrica( io ero convinta che quella del torace fosse completa). mi ha detto di fare la risonanza torace e addome completo. leggo che è indicata per lo studio degli organi interni mentre l ortopedico mi aveva rassicurato che si sarebbero visti i legamenti i tendini le capsule. non capisco davvero se è in errore l esecutore della risonanza o il mio medico ortopedico.
[#6] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ha ragione, ovviamente, il suo ortopedico. La RMN è utile ed indicata in un caso come il suo.
[#7] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
gentile dottore le comunico i referto della risonanza: campi polmonari simmetrici ed omogenei con regolare distribuzione della rete vascolare paremchimale. assenza in entrambi i campi di zone di alterato segnale a significato patologico. assenza di significative tumefazioni delle stazioni linfoghiandolari mediastiniche. regolari per calibro e decorso i grossi vasi mediastinici senza evidenti alte razioni del segnale endoluminare riconducibili ad anomalie del flusso ematico. fegato morfovolumetricamente nei limiti a struttura conservata senza evidenza di lesioni focali. vie biliari intra e extraepatiche non dilatate. pervi e regolari per calibro e decorsi i principali tronchi venosi del sistema portale senza visibilità di immagini endolum di alterato segnale a significato patologico. pancreas morfolumetricamente nei limiti e a regolare intensità di segnale milza regolare per morfologia e dimensioni con normale rappresentazione dell'indice cortico midollare bilateralmente. non dilatazione della cavità escretrici calicopeiliche. surreni nella norma regolari per calibro e decorso i grossi vasi addominale retroperitoneali che nn prensentanzo significative alterazioni del segnale endo. riferibili a anomalie del flusso ematico. non c'è nessun riferimento a costola a muscoli a niente e quindi come mi devo muovere adesso? l ortopedico ha detto che possiamo esclude un tumore. ma io mi domando e chiedo ma chi lo ha mai messo a conto. e poi dico e se ce l'ho ai tessuti molli il tumore? da come ho capito non si vedono ne tessuti molli ne altro da questa risonanza e quindi mi rimane il dubbio su uno: cosa è questa tumefazione sulla costola e due cosa è questo bozzo che ho nel fianco un muscolo duro nella parete addominale sinistra che fa crock quando cammino. da chi devo andare per capire cosa tengo..? grazie dottore per la pazienza e disponibilità
[#8] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
scusi ho dimenticato l'altra pagina : non si apprezzano significative tumefazioni delle stazioni linfoghiandolari paraortiche parcavali del tripode celiaco e dell'asse mesenterico. vescica normodistesa a pareti regolari esente da lesioni di tipo infiltrante e o vegetante contenuto endoluminale omogeneo ed a regolare intensità di segnale nelle sequenze effettuate utero morfovolumetricalmente nei limiti normoanteroflesso endometrio normorappresentato e a regolare intensità di segnale con regolare aspetto della zona giunzionale che non presenta significative soluzioni di continuità struttura miometrale conservata regolare aspetto della cervice uterina senza significative alterazioni di morfologia e ampiezza a carico del segnale. presenza di falda fluida nel recesso del douglas. assenza di lesioni espansive a carico degli annessi. nodulazioni linfoghiandolari in sede inguinale bilateralmente la maggiore a sinistra di circa 1 cm.
[#9] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
ecco che improvvisamente mi si gonfia anche sotto la clavicola destra, e mi fa molto male la punta della clavicola e la zona gonfia e dolente, ho anche un piccolo linfonodo molto dolente sopra la stessa e vari linfonodi dolentissimi sotto il mento sempre li a destra. il mio ortopedico mi dice che è un processo infiammatorio articolare e mi prescrive 10 gg di medrol 16 e expose 100. visto che ho anche il ginocchio gonfio adesso che si aggiunge alla costola e alla clavicola adesso e tutti questi linfonodi inguinali e collo ma devo preoccuparmi e fare ulteriori esami strumentali? tipo rx torace per vedere le ossa? non so più che pensare e non capisco davvero ma se il problema ce l'ho alle costole ma perchè nn mi ha fatto fare una risonanza muscoloscheletrica? mi devo fidare mo di questa terapia? la ringrazio per l'attenzione. cordialmente
[#10] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La RMN che ha eseguito comprende anche i tessuti molli e le ossa: può chiedere al radiologo di controllare nell'esame eseguito le zone dove ha le tumefazioni, per vedere se si riconoscono delle alterazioni di rilievo.
Per il resto attenda gli effetti della terapia antinfiammatoria.

Cordiali saluti
[#11] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
quindi posso escludere tumori ossei o dei tessuti perchè se li avesse visti il radiologo sono sicura li avrebbe segnalati giusto? mi pongo questa domanda perchè il dolore e leggera massa sotto alla punta della clavicola(sterno) è lancinante non passa nemmeno un secondo sebbene siano già due gg di cortisone e expose. è un dolore acuto forte e che alla palpazione di accentua e si attenua solo lievemente se ci passo fonti di calore sopra(doccia calda, fono) ho anche una pallina e un dolore sotto al mento e sulla gola tipo un nodulo e difficolta a ingoiare cibi solidi e sto andando in paranoia totale pensando a chissà quale malattia grave. e mi domandavo se questi due dolori visto che sono sullo stesso lato(destra) possono essere tra loro collegati. non sto esagerando è davvero un dolore insopportabile che se nn passa mi costringerà ad andare al ps. grazie ancora per l'attenzione .