Utente 126XXX
Gentile dottore,
mia madre è soggetta a sbalzi di pressione.La mattina la sistolica arriva anche a 190.il cardiologo ha detto di assumere il Vasexten 20mg ore 20 e Tareg 320mg la mattina.La pressione,però,scende soltanto con il calcio-antagonista e, una volta svanito l'effetto (circa 20 ore),risale di nuovo (ore 16 max 180). Inoltre non riesce a tollerare molto il Tareg 320mg.Ho letto che gli Ace-inibitori e i sartani sono meglio assunti la sera (ore 21).In caso di insufficienza cardiaca può essere presa una dose da 320mg in un'unica soluzione oppure deve essere divisa(foglio illustrativo)?Il valsartan dopo quanto tempo inizia a fare effetto e che emivita ha? E' anche diabetica.Ho bisogno di un consiglio.Sono molto preoccupata e il cardiologo non risponde alle mie chiamate. Un altro problema riguarda il furosemide (causa vari effetti collaterali tra cui l'iperuricemia) e la cardioaspirina che provoca bruciori e forti dolori addominali che iniziano dopo 20/30 minuti dall'assunzione e durano per molte ore.Pantoprazolo come copertura.Non ha mai sofferto di acido urico alto.Al momento del ricovero in ospedale(fine marzo 2014) e prima della terapia era di 4.6.Sta assumendo l'allopurinolo 100mg(aprile-sett) aumentato ad ottobre a 300mg(1/2 cp).I valori scendono e salgono.Questo farmaco dovrà essere sempre assunto (so che causa anche problemi gravi)oppure dovrà/dovranno essere sostituiti i farmaci che provocano iperuricemia?La cardioaspirina può provocare questo effetto collaterale e con quale farmaco può essere sostituito?La curcuma può essere presa in considerazione?
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
non posso farle una lezione di medicina...le sue tante domande, anche di tipo molto specifico, lo richiederebbero. Noi di MI diamo solo consigli e non possiamo nemmeno esercitare la medicina a distanza...pertanto diagnosi o prescrizioni terapeutiche vanno fatte esclusivamente con visite reali. Posso solo dirle che per avere le idee chiare sull'efficacia o meno di una terapia antipertensiva è opportuno valutarla con un Holter pressorio delle 24 h, meglio se eseguito durante le temperature climatiche della stagione invernale. A tal proposito posso consigliarle la lettura dell'art. http://www.medicitalia.it/minforma/cardiologia/1940-ipertensione-arteriosa-prevenzione-diagnosi.html.
Cordilamente