Utente 315XXX
premetto che non sono affatto sicuro di essere nella sezione giusta, comunque questa è la mia domanda. Ho letto che i linfonodi dovrebbero essere mobili rispetto al piano dei tessuti sottostanti, pero' mi sono accorto che i miei linfonodi dell'inguine non mi sembrano mobili, a differenza di quelli che sento nel collo che si spostano facilmente. Da che mi ricordo ( e parlo di anni) quelli inguinali sono sempre stati cosi' rigidi, o pochissimo mobili in base alla mia palpazione..non sono ingrossati, le dimensioni sono nella norma, anzi sono piccoli. la domanda nasce dal dubbio che mi è nato dopo aver letto che devono essere mobili..è possibile che quelli inguinali risultino meno mobili di quelli del collo per esempio?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' normale che..."siano rigidi" e comunque il criterio mobile o rigido è di secondaria importanza.

Tanti saluti
[#2] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
pensavo dovessero muoversi come quelli che sento nel collo, che quando li vado a palpare scivolano da un lato, mentre cio' non avviene con quelli che sento nell'inguine, da cosa dipende?, dalla rigidità del muscolo o tendini della coscia che gli stanno sotto? come nel caso di quelli dietro le orecchie che dato che poggiano sul cranio risultano fermi?