Utente 315XXX
premetto che non sono affatto sicuro di essere nella sezione giusta, comunque questa è la mia domanda. Ho letto che i linfonodi dovrebbero essere mobili rispetto al piano dei tessuti sottostanti, pero' mi sono accorto che i miei linfonodi dell'inguine non mi sembrano mobili, a differenza di quelli che sento nel collo che si spostano facilmente. Da che mi ricordo ( e parlo di anni) quelli inguinali sono sempre stati cosi' rigidi, o pochissimo mobili in base alla mia palpazione..non sono ingrossati, le dimensioni sono nella norma, anzi sono piccoli. la domanda nasce dal dubbio che mi è nato dopo aver letto che devono essere mobili..è possibile che quelli inguinali risultino meno mobili di quelli del collo per esempio?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' normale che..."siano rigidi" e comunque il criterio mobile o rigido è di secondaria importanza.

Tanti saluti
[#2] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
pensavo dovessero muoversi come quelli che sento nel collo, che quando li vado a palpare scivolano da un lato, mentre cio' non avviene con quelli che sento nell'inguine, da cosa dipende?, dalla rigidità del muscolo o tendini della coscia che gli stanno sotto? come nel caso di quelli dietro le orecchie che dato che poggiano sul cranio risultano fermi?