Utente 359XXX
Gentili dottori,vorrei cortesemente chiedere cosa ne pensate di un holter della pressione dellee 24 ore che mi e' stato praticato a maggio 2014
scrive il medico internista che ho consultato:
ANAMNESI PATOLOGICA:
27 anni : insorgensa di sintomatologia depressiva trattata con psicoterapia e terapia farmacologica
diagnosi: Depressione maggiore,disturbo d'ansia generalizzata
terapia(paroxetina 40 mg,rivotril 6 mg,talofen 20 gtt per 3 volte,carbamazepina 600 mg,gabapentin 300 mg per 4 volte al giorno) NOTA .OGGI 14 novembre,non assumo piu' carbamazepina e gabapentin
riferita ectasia aorta ascendente
madre deceduta (2012) k pancreas

DATI DEL MONITORAGGIO(misure oscillometriche)
strumento: TM2430 inizio : 27 maggio 2014 10:27 fine: 28 maggio 2014 oore 10: 15
n misure: 24 n misure valide : 81 (100%)
intervalli 1)7-23 ogni 15 min2)23-7 ogni 30 minuti
ora sveglia 7 ora riposo 21
REFERTO: valori medi della pressione arteriosa sistolica oltre i parametri di riferimento ESH-SIIA nelle ore di veglia,entro tale soglia nel corso del riposo notturno.valori medi della pressione arteriosa diastolica entro i parametri di riferimento sia di giorno che di notte.conservato il ritmo nictemerale della PA e della frequenza cardiaca;la media di quest'ultimo parametro risulta alquanto elevata.l'acrofase pressoria si situa intorno alle ore 14.i massimi livelli di PA sono registrati nelle ore serali ed all'inizio della mattina,senza corrispondenza di eventi particolari segnati nel diario.si registra un discreto picco pressorio al risveglio mattutinio.
CONCLUSIONI: IPERTENSIONE ARTERIOSA SISTOLICA ISOLATA,CON RITMO CIRCADIANO CONSERVATO,IN PAZIENTE CON TRATTAMENTO FARMACOLOGICO PSICOTROPO

mi hanno fatto l'holter perche' il cardiologo a seguito di alcune misurazioni della pressione l'ha trovata a 150/90 in giorni diversi.quando me la misura il medico divento paonazzo e ho il cuore a mille,quando me la misura la farmacista e' sempre 120/80.una volta al p.s. per potermi misurare la pressione e fare un ecg mi hanno dovuto dare prima il valium.

quando avevo quella macchinetta ero ancora piu' agitato perche' pensavo: oddio ho questa cosa che mi sta tutto il giorno addosso e mi controlla,e' peggio di quando me la misura il medico.

secondo voi devo preoccuparmi e praticare una terapia antiimpertensiva?secondo l'internista dovevo solo perdere una decina di chili e basta.questo holter e' indicativo per una franca ipertensione?grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
A parte il fatto che l' esame è stato chiesto da un professionista che l' ha visitata e che quindi integrerà il referto con altri dati a sua disposizione (quindi non sarebbe corretto che un altro le desse indicazioni terapeutiche), posso dare un parere generico.

Quell' holter pressorio è abbastanza tipico dell' ipertensione con componente emotiva. La frequenza cardiaca elevata potrebbe essere spia di uno stato emotivo, ma anche di uno stato di decondizionamento fisico (cioè: immagino che lei non facci assolutamente attività fisica).

Inoltre è fortemente sovrappeso.

Il mio consiglio è di cominciare a fare una regolare attività fisica aerobica (camminate, bicicletta, nuoto) almeno 2-3 ore alla settimana. Associata a una dieta con poco sodio (quindi pochi formaggi, insaccati e sale nella dieta) e poche calorie dovrebbe aiutarla sia a perdere peso che a ridurre la pressione. Il medico che la segue deciderà se sia indicato prescriverle una terapia anti-ipertensiva nel frattempo; terapia che potrebbe poi sospendere se dieta e attività fisica avranno un effetto sufficiente. Oppure potrebbe decidere di aspettare di vedere come va la terapia non farmacologica e solo in seguito prescriverle eventualmente una terapia con farmaci.
[#2] dopo  


dal 2015
si dottoressa ha indovinato: non faccio assolutamente attivita' fisica e sono in sovrappeso.

il problema e' che non riesco a fare diete perche' gli antidepressivi mi causano forte appettito,ma a questo punto,sto pensando seriamente a chiedere un nuovo consulto psichiatrico per cercare di introdurre farmaci che non inducano aumenti di peso significativo(mi ha detto il mio medico di famiglia che farmaci come il prozac e il topiramato tendono a non indurre aumenti di peso)

almeno mi sarebbe piu' facile seguire una dieta.
[#3] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
L' attività fisica aiuta a perdere peso e ha anche un effetto benefico antidepressivo, stimolando la produzione di endorfine.
Quindi si faccia un programma (se non ha la costanza di autogestirlo, si iscriva a una palestra e si faccia fare un programma di attività aerobica, oppure si iscriva a un corso di nordic walking, o di ballo liscio, o a un gruppo di ciclismo amatoriale, al CAI sezione escursionisti....).-

Faccia almeno 3-4 ore la settimana di attività (a giorni alterni, oppure tutte nel week-end) aerobica.

Nel giro di qualche settimana noterà dei benefici e -soprattutto- comincerà a sentire l'esigenza di continuare per il suo benessere.
[#4] dopo  


dal 2015
grazie dottoressa,martedi scorso ho effettuato prima visita dietologivs,devo ritornare con la glicemia post prandiale e iniziero' la dieta