Utente 197XXX
B sera, purtroppo ieri notte mi sono alzato con tachicardia, mi sono misurato la pressione ed avevo 140-90 con 175 battiti, chiamata l'ambulanza, quando sono arrivati erano scesi a 95, con pressione 120-80.
Soffro di reflusso con ernia jatale, mi è stata riscontrata una BAV II grado con l'holter (2 volte ), brachicardia!
Oggi ho fatto l'esame da sforzo ( i precedenti due in due anni non avevano mostrato mai anomalie!).
Il cardiologo mi ha consigliato una visita aritmica?

Conclusioni :

Di base episodi di tachicardia sopraventricolare a fc pari a 120/130 bpm (Rientro sinusuale?) subentrati asintomatici che recedono con l'inizio dello sforzo.Buona tolleranza per lo sforzo che non induce modificazioni del tracciato diagnostiche per ischemia.Pattrern pressorio controllato.test ergometrico negativo per ischemia.Si danno indicazioni al paziente.Valutazione aritmologica!

Volevo sapere se posso continuare a fare le mie belle passeggiate, che faccio ogni sabato e domenica in mezzo hai boschi o se ci sono pericoli.
Grz mille :D

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
8% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
Buonasera,
Vista la presenza di tachicardie sopraventricolari sarebbe opportuno fare una valutazione specifica per determinarne la tipologia e decidere se intraprendere un trattamento ed eventualmete quale.
In base al tipo di tachicardia e a suoi eventuali disturbi lo specialista potrà decidere cosa fare.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#2] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
Grz della risposta dottore!
Ma visti i tempi d'attesa, volevo sapere se posso continuare a camminare.. anche perchè non mi è mai successo durante lo sport!
[#3] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
Scusi dottore leggevo un articolo che riferiva cosi :
Nella maggior parte dei casi la tachicardia sopraventricolare è legata alla presenza di un “corto-circuito” elettrico del cuore (circuito di rientro) che, in presenza di condizioni favorenti (ad esempio l’attività fisica, la digestione, ecc) si attiva dando origine alla tachicardia.
Quindi il mio reflusso con ernia jatale, potrebbe avermi portato qst " tachicardia sopraventricolare"
.
Grz mille e scusate x le tante domande