Utente 364XXX
Salve,
sono una ragazza di 33 anni scrivo dalla provincia di Siracusa ( Sicilia ).
Da sempre ho sofferto di cistiti ricorrenti, negli ultimi due anni sono arrivata a prendere monuril e bentelan quasi ogni 15 giorni. Quasi un anno fa mi sono rivolta ad un urologo il quale mi ha visitato e sottoposto ad ecografia per verificare se ci fosse un ristagno di urina ma è risultato tutto normale mi ha consigliato solo integratori PROBLAB e un alimentazione adeguata al fine di avere una maggiore regolarita' intestinale.
Mi sono poi sottoposta ad un tampone vaginale perchè la cistite era sempre accompagnata da fortissime vaginiti, perdite bianche gonfiore e bruciore. Dal tampone è venuta fuori la candida albicans e la mia ginecola mi ha prescritto Elazor per via orale e MAC MIRROR CREMA, ho ripetuto il ciclo per ben 4 volte a distanza di 15 giorni ma senza risultati l'infiammazione non e' mai scomparsa del tutto mentre gli episodi acuti di cistite sono scomparsi anche se è sempre rimasto il fastidio.
Ho ripetuto il tampone ma e' risultato negativo sono presenti rare blastospore di candida e scarsa flora batterica alche' la ginecologa mi prescritto IMMUNOLACT per rafforzare le difese immunitaria e ACTCAND 30 a giorni alterni. Nessun risultato ci sono giorni in cui stavo bene e giorni in cui l'infiammazione ricompariva soprattutto dopo i rapporti sessuali.
Ormai disperata a Maggio di testa mia ho fatto un esame delle urine perché l'urologo non me lo aveva fatto fare ma non e' risultato nulla e mi sono poi rivolta ad un altra ginecologa questa volta mi e' stato prescritto:

Meclon crema per 5 giorni

Saginil gel da mettere all'esterno

Diflucan 1 compressa ogni 15 giorni per sei mesi

Flogogen 2 compresse al giorno per 10 giorni

Pelvilen 2 complesse al giorno per 2 mesi

Inofolic 1 compressa al giorno per 3 mesi (per l'ovaio micropolicistico)

Anche il Meclon non mi ha aiutato ed allora provato con l'ovulo Abimono 2ovuli a distanza di una settimana e Pevaryl soluzione ginecologica come detergente.
Niente non riesco ancora ad avere risultati duraturi ed ho terminato tutte le cure.
Uso tutte le precauzioni possibili, uso solo biancheria di cotone che lavo rigorosamente a parte solo con additivi disinfettanti e ad alte temperature.

Sono veramente disperata perchè non accenno a migliorare le mie perdite vaginali non sono più bianche ma gialle e fra l'altro i rapporti sessuali sono dolorosi alla penetrazione e ovviamente dopo compare il brucione, senso di calore e gonfiore. Vorrei un consiglio anche perche' sono molto nervosa e non sono più in grado di distinguere se il bruciore è dovuto a cistiti o vaginiti di conseguenza non so neanche più a quale specialista rivolgermi anche perché dalla mia ginecologa ci sono andata praticamente ogni 15 giorni senza nessun risultato.

Vorrei sapere se voi potreste essermi d'aiuto perché ho gia' speso molti soldi senza nessun miglioramento e vorrei essere sicura di mettermi in buone mani

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Mazzone
24% attività
8% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente di Medicitalia,
in seguito alla descrizione della Sua problematica si evince che una correlazione con il rapporto sessuale è certa e la sintomatologia è verosimilmente di origine irritativa e non da infezione. Le chiedo: si è sottoposta ad esame ecografico dell'appararato uroginecologico o ad esame endoscopico vescicale (cistoscopia) ? Sono esami che forniscono informazioni sulla attuale situazione anatomica vescicale e utero-ovarica. Se ha eseguito tali esami Le chiedo gentilmente di riportare i relativi referti per darLe i migliori consigli possibili.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2014
Salve Dr. Mazzone,
innanzitutto la ringrazio per la tempestiva risposta.
Mi sono sottoposta ad ecografia sia vescicale che utero-ovarica.
A livello vescicale io temevo un ristagno delle urine ma è tutto nella norma la cistoscopia è un esame che non mi è stato neanche proposto di fare.
A livello utero-ovarico mi è stato riscontrato l'ovaio micropolicistico che tra l'altro ho sempre avuto e che la ginecologa mi ha proposto di curare con INOFoLIC, non ho ancora rifatto un ecografia quindi no so se in effetti la situazione sia migliorata. Le volevo precisare che i fastidi continuano a persistere anche dopo lunghi periodi in cui non ho rapporti sessuali.
Visto e considerato in cui ci sono giorni in cui sto bene e giorni in cui sto male indipendentemente dai rapporti sessuali mi chiedo se può dipendere da un intolleranza alimentare?
[#3] dopo  
Dr. Gaetano Mazzone
24% attività
8% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Mi pare difficile, ma comunque a questo punto una cistoscopia sarebbe utile. Le dispiace riferire la descrizione ecografica del suo utero?
Saluti