Utente 330XXX
Gentilissimi dottori,
da piu' di un anno sto lottando con diversi batteri.In ordine:streptococco agal.,clamidia,mycoplasma e per ultimo stafilococco aureo.Premesso che non ci sono stati comportamenti sessuali a rischio ne' da parte mia ne' da parte di mia moglie e che i rapporti sono stati sempre protetti durante le cure,cosa ne pensate di tutto cio'?Gli antibiotici mi sono stati prescritti sempre in relazione all'antibiogramma e la cura e' stata fatta pure da mia moglie.Vi chiedo aiuto perche' oltretutto vorremmo tentare di avere un figlio.....ma cosi' e' impossibìle.Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

da quel poco che ci racconta sembrerebbe che abbia avuto in passato varie infezioni sia da germi comuni che da germi intracellulari e per ultimo oggi le compare lo staffilococco aureo. Se la mia rivisitazione è corretta sarebbe opportuno sapere se e quali sintomi avverte e quale esame è stato fatto per il suo riscontro.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
i sintomi che avverto sono:leggero fastidio ai testicoli,ridotta potenza del getto durante l'eiaculazione,erezione meno immediata,minzione piu' frequente(anche se ultimamente sto bevendo circa 2 litri di acqua al giorno).Nessun bruciore.come riscontro ho fatto una spermiocultura per verificare la presenza della clamidia e del mycoplasma che sono risultati assenti mentre e' venuto fuori lo stafilococco.Attualmente la terapia e' rifadin per 15 giorni,in quanto e' risultato essere sensibile a questo farmaco dall'antibiogramma.Visto che spesso sono costretto a usare i servizi igienici nei bar o altri posti per lavoro,ho pensato pure potesse dipendere da quello o dal sistema immunatario indebolito da un anno di antibiotici.Grazie per la risposta.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Personalmente, non ritengo che tali sintomi siano correlabili ad una infezione da staffilococco aureo che invece penso possa essere fonte di inquinamento del campione, tuttavia poichè da questa postazione è impossibile una valutazione diretta si consulti con il suo medico per valutare se ridurre la terapia di qualche giorno e quindi dopo almeno una settimana ripeta la spermiocultura.

Un cordiale saluto
[#4] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
Faro' come lei dice,grazie mille.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prego e se servisse ci tenga informati.

Ancora cordialità