Utente 105XXX
Salve,
sono un ragazzo di 34 anni avente una colesterolemia familiare scoperta oramai da 15 anni;
dopo vari tentativi con diete ho iniziato a prendere le statine ma gia da subito hanno presentato effetti colletarali come la stanchezza muscolare e ultimamente anche i valori delle transaminasi erano un po alterate e cioè:
colesterolo TOT 300
colesterolo HDL 65
colesterolo LDL 211
GOT 61
GPT 64
trigliceridi 101

ora il dottore mi ha detto di sospendere ma mi ha suggerito un integratore ( Colastan)

Detto cio avrei delle domande:

1) avendo una ipercolesterolemia familiare gli integratori possono davvero abbassare il colesterolo?

2) nelle ultime analisi anche i valori delle transaminasi sono aumentati quindi mi chiedo se esiste un'altra cura farmacologica che abbia minori effetti collaterali ( sentito parlare di un farmaco dal nome Ezetimibe )

3) ho letto dell'indice di rischio cardiovascolare che si calcolerebbe con la formula COL TOT / HDL e che se tale indice è minore di 5 si potrebbe stare tranquilli; questo indice è veritiero?...se io avessi il colesterolo 250 con un HDL 70 avrei un indice pari a 3,5 ( rischio basso ) mentre se avessi il colesterolo totale 180 con un hdl 30 avrei un indice di 6 ( rischio alto ) ;
da questo ( se veritiero) dedurrei che il colesterolo totale avrebbe poca rilevanza nel somministrare una statina o sbaglio?


Grazie a tutti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei deve assolutamente intraprendere terapia farmacologica.
Le statine sono le preferibili in caso di forme familiari (nelle quali il suo fegato produce piu' colesterolodel normale)
L' ezitimibe e' un ottimo farmaco ma funziona inibendo l'assorbimento del colesterolo introdotto con la dieta.
Ci sono molte statine (es rosuvastatina, con la quale personalmente non mai trovato pazienti con effetti collaterali) ne provi di diverse, controllando solo CPK e trasnaminasi.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore per la sua risposta

da quando assumo le statine i miei valori CPK non sono mai stati fuori norma ( a parte le transaminasi ma solo nell'ultimo periodo) però cmq ho le gambe stanche; sento le gambe come se avessi fatto jogging per 2 ore .... da cosa potrebbe dipendere?


Per quanto riguarda l'indice di rischio cardiovascolare ( scusi se insisto) .. è affidabile?? ...


Un' ultima cosa ....quali sono gli esami necessari per valutari se il colesterolo sta facendo danni??...io ogni anno eseguo ecodoppler TSA ed ecodoppler arti superiori ed inferiori ....sono sufficienti?


Saluti
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L indice di rischio cardiovascolare è ovviamente attendibile sui grandi numeri.
In assenza di movimenti del CPK è davvero difficile attribuire l astenia che lei riporta agli arti inferiori dia adducibile alle stwtine.
Un ecocolordoppler TS e degli arti inferiori è un buon mezzo per verificare i danni legati all aterosclerosi
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore...

ma lei darebbe una statina a chi ha un colesterolo (familiare) totale alto ma di contro ha un indice di rischio basso?....oppure gli consiglierebbe altre strade?


Saluti
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Consiglierei la statina come la prescrivo a me stesso
Arrivederci
[#6] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Grazie
Buona giornata