Utente 619XXX
Cari medici,
sto scrivendo davvero troppo su questo forum, approfittando della vostra disposnibilità e competenza.
Succede che, pur avendo sempre avuto ottime e durature erezione e grande libido, da una settima sembra non avere alcun interesse per il sesso con conseguente scarsa erezione, per qualità e quantità (ad esempio al mattino non mi sveglio più con pene eretto).
Da dire che ho un partner fissa, con la quale ho ottimi rapporti (15 gg. fa in facanza ottimo sesso circa 2 volte al dì).
Poi a dir la verità è successo che di nuovo a casa mi è capitato di far sesso senza avere una gran voglia, con relativa semi defaillance.
Da allora crisi totale.
Mi e vi chiedo: possibile una causa psicogena (ansia da prestazione) o devo preoccuparmi circa conseguenze che i miei problemi prostatici possono procurare? Vi dirò che comunque non sono affatto convinto che un prostatite possa provocare deficit erettile e calo libido! E poi così all'improvviso...
Grazie davvero.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

lei accenna ad una prostatite, senza precisare se ha sofferto per tale patologia.
tenga presente che l'uomo non è una "macchina" sempre attiva e pronta a partire, ma presenta delle fasi alterne di grande vivacità ed altre di "calma" senza che questo voglia significare patologia
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 619XXX

Iscritto dal 2008
Bhè dottore, ovviamente ho sofferto e sto ancora soffrendo per prostatite. Al momento sono al 23° gg. di cefixima per un proteus che mi ha infettato. Al di la di tutto, comunque, ritengo che la parola sofferenza per prostatite sia un pò eccessiva, almento organica: forse la psiche gioca un ruolo molto importante nella gestine e forse nella risoluzione (o convivenza) con tale patologia.
Al di la di ciò, chidendole immensamente scusa per la mia ignoranza, le sarei grato se mi spiegasse meglio cosa voleva comunicarmi con il post precedente. Comunque effettivamente ho dei periodi di alti e bassi: capita infatti (e è successo nel mese precedente, anche in vacanza) che mi stranivo di come potessi avere sempre un "chiodo fisso" sessuale, con erezioni eccezionali e ripetute, alle volte anche fastidiose. Ora invece, da una settimana, periodo di "bassa marea". Forse mi preoccupo per nulla!
Le faccio infine un grande apprezzamento per per le sue molteplici attività in ambito uro-andrologico (ho letto il suo curriculum ed ho visitato i suoli link): da "cultore" della medicina la stimo davvero parecchio.
A presto
[#3] dopo  
Utente 619XXX

Iscritto dal 2008
I sintomi di prostatite sono apparentemente passati: purtroppo permane lo stato di calo di libido e, spesso, erezioni molto scarse. Oltretutto ciò mi crea un enorme disagio psicologico, tale da non voler avere contatto con la partner: ciò mi ha fatto entrare in un assurdo stato ansioso-depressivo. E' come se non avessi voglia di vedere le donne in generale, sentendomi inadeguato in qualunque situazione.
Intanto su consiglio del medico stamane ho eseguito esami di testosterone totale e libero, prolattina, FSH ed LH.
Cos'altro consigliate? Sono davvero molto affranto.
Grazie mille