Utente 362XXX
Buongiorno, mia nonna il giorno 29 ottobre è stata operata di sostituzione di valvola aortica. Alcuni giorni dopo é stata di operata di inversione cardiaca a seguito di aritmia. Ora a quasi 3 settimane di distanza non ha la forza di alzarsi, non mangia quasi niente ed ha sempre sonno.. In più non è molto lucida mentalmente e fatica a muoversi e a parlare. Prima dell operazione era in splendida forma è totalmente autosufficiente. Ora invece non ci spieghiamo perché sia ridotta così... I medici del policlinico di Monza dove é tuttora degente non ci danno risposte soddisfacenti ma si limitano a dire che ci vuole tempo quando invece prima dell operazione dicevano che nel giro di un mese sarebbe tornata come nuova. A noi famigliari (persone completamente ignoranti in campo medico) sembra quasi che sia come sempre stordita e drogata. Forse a causa di un eccessiva prescrizione di farmaci tranquillanti... Siamo molto preoccupati perché non mangia e abbiamo paura che si lasci andare...ma come già detto sembra non collaborare in quanto sempre stordita. Vi prego di rispondere alla mia richiesta di consulto. Ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
In qualche caso la ripresa clinica, nei pazienti più anziani, può essere meno rapida.

Occorre pazienza, nessun collega avrebbe l'interesse a non comunicarvi la presenza di problemi clinici rilevanti.

Provate a stimolare la paziente passondo quanto più tempo possibile vicino.

GI