Utente 120XXX
Quattro giorni fa mi sono sottoposto a un'operazione di fistolectomia in anestesia generale (andata benissimo).
Al risveglio avevo il labbro inferiore gonfio e indolenzito, e in certi punti insesnsibile.
Mi è stato raccontato dall'anestesista di essermi morso il labbro, nel momento dell'uscita del tubo dalla trachea. Sottolineo di non avere provocato con morso uscita di sange e neppure lacerazione delle mucose. Non c'erano insomma tumefazioni o ematomi.
Dopo 4 giorni il gonfiore è diminuito, ma continuo ad avvertire una diffusa zona di insesibilità (sulla parte esterna del labbro), e la sensazione di una sorta di "cordoncino" che "tira" quando provo a ritrarre le labbra all'interno. Come una cicatrice, non so se la spiegazione sia chiara...
E' possibile che sia stata lesionata in modo irreparabile una terminazione nervosa?
Che cosa devo fare?
grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Se le cose son andate come le han detto si tratta di un traumatismo a qualche ramo nervoso terminale, è più che probabile un recupero della normale sensibilità nel giro di qualche settimana.
Può esser utile una terapia di supporto che le deve prescrivere, se lo ritiene opportuno un chirurgo orale o maxillo-facciale dopo esame clinico.

Cordialità