Utente 364XXX
Salve, sono una ragazza di 25 anni che più di 12 anni fa, a seguito di un taglio con coltello, si è recisa 2 tendini delle dita della mano destra. Nello specifico anulare e mignolo in prossimità ad entrambi, solo a livello della falange distale. In pratica dopo il taglio e la guarigione della ferita (molto piccola) non piegavo completamente le dita. Solo le restanti 2 falangi, mentre la parte distale restava immobile.Dopo vari consulti mi sono operata dopo circa 3 mesi dall'incidente, con la promessa che si sarebbe trattato di un semplice intervento e che avrebbe richiesto poco tempo.A risveglio scopro invece che l'intervento si è protratto più del previsto e che è stato necessario un prelievo con innesto dal tendine della gamba alle dita..Inoltre per facilitare il piegamento è stato incurvato l'anulare..Passano i mesi, faccio la fisioterapia e ultrasuoni in acqua ecc, ma non vi sono miglioramenti , anzi ma ben si peggioramenti persino oltre l'incidente in se..Se all'inizio come dicevo non riuscivo a flettere le falangi distali (anulare e mignolo) e le restanti 2 si, adesso la situazione è la seguente.: all' anulare la flessibilità è restata la stessa (come prima dell intervento), non piego la falange distale e in più come dicevo il dito è incurvato e questo mi provoca inoltre dolore e fastidio. Al mignolo addirittura adesso, non più solo l'immobilità della falange distale , ma bensì tutte e 3 sono immobili. Lo muovo praticamente solo dall'osso..E se esercito un po' di forza per fletterlo sembra voler piegarsi (sempre comunque in prossimità della falangi che erano appunto illese) ma qualcosa come un grumo bloccasse l'azione...Naturalmente ne ho parlato durante i controlli con il chirurgo che mi ha operato a suo tempo, che mi disse necessitavo di un ulteriore intervento , perchè si erano formate aderenze. .Ma non fidandomi visti i risultati o meglio i peggioramenti ,ho temporeggiato fino ad adesso..Col tempo però provo dolore e fastidio specie per via della curvatura all' anulare e l' eccessiva rigidità (come peso morto) del mignolo...Vorrei sapere se fosse possibile riparare all'errore, e se nel peggiore dei casi , fosse possibile almeno recuperare la flessibilità del mignolo almeno alle falangi non lese e se l'incurvatura dell' anulare potesse essere riportata alla sua forma normale.Insomma se non riacquistare la funzionalità completa delle dita come prima dell'incidente, almeno prima dell' intervento.Molti medici che ho visitato mi hanno detto di lasciar state, ma io scusate non ci sto, perchè appunto mi da dolore..Anche usando il mouse non riesco ad impugnarlo correttamente e sforzando le dita si infiammano. Negli ultimi anni la medicina si è evoluta e i medici sono superbi nel loro lavoro ,riattaccano arti come se niente fosse accaduto, percuì mi rifiuto di pensare che non si possa fare nulla.Chiedo appunto se fosse possibile e chi è in grado? di farmi recuperare la flessibilità almeno prima del intervento infausto.

Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

non posso dirle se è consigliabile o meno un ulteriore intervento sui tendini, non avendo vista la situazione direttamente (non basta la sua descrizione).

In ogni caso, un insuccesso di un intervento di ricostruzione tendinea non dà di per se dolore locale.

Pertanto, la causa del suo dolore va ricercata in altri fattori.

Buona domenica.
[#2] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2014
Dr.Leccese grazie per la sua risposta.. Lo so perfettamente che il consulto online non può e nè deve sostituire la visita reale..Infatti avendone fatte di diverse , volevo sapere se si potesse rioperare e cercare di risolvere la situazione almeno riportandola al prima del intervento che ho invece peggiorato la situazione...E' possibili rioperare?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si, ma vanno valutate situazioni locali di dettaglio, impossibili senza una visita.
[#4] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2014
Diversi medici mi hanno detto che rioperare dopo un insuccesso del trapianto di tendini che era l'ultima cosa da fare, era impossibile e potrebbe peggiorare ulteriormente la situazione.....Spero di risolvere una volta per tutte questo problema..Prenoterò una visita e spero che mi possa aiutare.....Gerazie infinite per la cortese e veloce risposta
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.