Utente 364XXX
Buongiorno, da qualche mese mi sta capitando una cosa molto fastidiosa e dolorosa. E' iniziato tutto un mattino, mi sono svegliato con la mano completamente intorpidita e indolenzita come se ci avessi dormito sopra inavvertitamente. Da quel giorno è iniziato un leggero fastidio al dito medio diventato ingravescente con il passare dei giorni. Ora dopo circa 4 mesi ho dei seri problemi a muovere il dito senza avere delle fitte di dolore di entità rilevante.
In aggiunta nello stesso periodo è comparso un rigonfiamento rotondo di circa un cm di diametro duro al tatto non dolente al polso vicino all'attaccatura del pollice. Da notare che il dolore al dito è localizzato esclusivamente nella prima falange (da qualche giorno sembra però invadere la zona palmare). Il freddo sembra peggiorare la situazione e la mattina i dolori sono più rilevanti.
Una cura di antinfiammatori (diclofenac) ha avuto come unico risultato di alleviare il dolore durante la terapia, ma appena smesso è ricominciato peggio di prima.
In questo momento mi trovo all'estero e non posso avvalermi immediatamente di un consulto specialistico come desidero, ma vorrei sapere se devo preoccuparmi e attivarmi immediatamente o posso aspettare di rientrare. Grazie per i futuri chiarimenti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

da quanto dice, potrebbe trattarsi di un ganglio artrogeno sviluppatosi in sede volo-radiale, che potrebbe comprimere anche il nervo mediano, provocando parestesie (formicolio, intorpidimento) al dito medio.

Il ganglio è un'ernia dell'articolazione del polso.

Va verificato clinicamente, mediante visita specialistica.

Un'ecografia confermerebbe il contenuto liquido del ganglio e potrebbe visualizzare l'eventuale compressione nervosa.

Se si tratta di questa, per ora l'unica cosa da fare è tenere il polso fermo, magari usando un tutore rigido per polso, con stecca dorsale.

Buona giornata.