Utente 252XXX
Gentili Dottori, innanzitutto vi ringrazio per il vostro contributo gratuito ed esaustivo che dimostra quanto amiate il vostro lavoro.
Vorrei approfittarne anche io.
Mi sta accadendo un problema fisico che mi era già capitato due anni fa.
Oggi come allora sto vivendo mesi di fortissimo stress in ambito lavorativo ma soprattutto familiare, problemi per fortuna in fase risolutiva.

Mi accorgo, durante un rapporto con mia moglie e durante la masturbazione, che saltuariamente pratico, di avere la corona del glande ipersensibile. Sento un fastidio anche a ‘riposo’ e a volte anche mentre faccio una doccia nel lavarmi il pene.
Due anni fa mi rivolsi da un dermatologo che mi visitò senza rilevare nulla, mi prescrisse di applicare un prodotto alla vitamina b2 (sicuramente avrò scritto una stupidaggine) il cui nome se non ricordo male era momo-derma. Nel giro di un paio di mesi la cosa si risolse, a dire il vero quando finalmente mi decisi ad andare dal vostro collega, era già in fase risolutiva.

Mi sta accadendo la stessa cosa e purtroppo la situazione mi abbatte notevolmente.
Sono un uomo che accusa un forte stress ansiogeno ed ho sempre avuto in passato problemi ad i genitali quali fitte, dolori ecc. In passato feci numerose visite ed esami diagnostici, tutti negativi, tantè che un vostro collega uro-andrologo mi consiglio di abbattere questo mio focalizzare con interventi di tipo psicologico (terapeuta).

Ho sempre accettato questo mio problema, forse troppo. Nel senso che se è vero che una persona soffre di dolori psico-somatici o causati da stress, è altrettanto vero che a volte certi problemi fisici si vengono a creare, come ad esempio l’ulcera (problema riscontrabile e creato od accentuato dallo stress).

Al vostro collega che mi visitò dimenticai di dire che soffro di psoriasi – dermatite seborroica al cuoi capelluto e da alcuni anni ai lati del naso (cosa ritornata giusto in questi giorni).
Ho letto on-line e me ne scuso (terribile bestia la rete per chi non è un medico: troppe informazioni che fanno fare autodiagnosi a chi non compete) che la dermatite può colpire anche il glande.
Visivamente non vi è niente se non un leggerissimo rossore alla corona più accentuato in fase di erezione con più afflusso di sangue, ma il problema permane.
Credo non sia un caso che questa ipersensibilità mi sia venuta entrambe le volte in periodi diciamo ‘bui’ e difficili. Non ho mai consultato il medico di base, mi sono sempre rivolto a specialisti in via privata e probabilmente farò così anche questa volta se la cosa perdurerà, purtroppo al mio ritorno da un viaggio di lavoro all’estero per due settimane.

Ringrazio se avrete la pazienza di leggermi e vi chiedo come si manifesta la dermatite sul glande.
Cordialità.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo


deve sapere che "dermatite" è un termine che racchiude la metà del mondo dermatologico..ovvero centinaia di diagnosi (ad essere limitati a quelle non rare..)

pertanto direi di procedere con un buon controllo specialistico venereologico che avrà il compito di incasellare questo quadro (balanopostite di natura da determinare) in una precisa diagnosi


per approfondimenti:

www.balanopostite.it