Utente 777XXX
Salve,
scusatemi se mi dilungo ma è necessario.
Sei mesi fa cominciai ad avere fitte al basso ventre. Pochi giorni dopo ebbi forte febbre, diarrea, espulsione di aria e ricomparsa di emorroidi, comparsa di una ragade e mal di stomaco. Andai dal medico e con qualche farmaco passo tutto o quasi (non emorroidi e ragade). Da allora ho noto un gonfiore accanto l'ombelico e sopra l'appendicite (di cui sono stato operato all'età di 5 anni, ora ne ho 25) e una sensazione di pesantezza al momento di abbassarmi o raccogliere qualcosa da terra. Adesso le emorroidi e ragade stanno andando via grazie a nuovi farmaci, ma il gonfiore accanto l'ombelico si è accentuato e sento come un corpo estraneo nel compiere movimenti alcune piccole fitte nell'addome destro, espulsione di aria o necessità di defecare. Sono andato dal medico e mi ha detto che lui sospetta un'ernia post appendicite. Secondo voi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile utente
per poter effettuare una diagnosi è necessaria una visita diretta, cosa che il suo medico ha avuto las possibilità di effettuare.
Consideri comunque che ogni volta che un addome viene aperto e poi richiuso, la cicatrice costituisce un "punto debole" attraverso cui, nel tempo, si può formare un laparocele.
Nel suo caso inoltre la sua costituzione robusta (110-115 Kg) non aiuta, anzi tende ad esercitare una notevole pressione sulla muscolatura addominale, rendendo più probabile la formazione di ernie.
La invito quindi ad effettuare una visita specialistica chirurgica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 777XXX

Iscritto dal 2008
Il medico mi ha già detto la stessa cosa, ma che non è urgente, vuole prima di curare la ragade e le emorroidi e dopo si provvederà per l'ernia, ma ho il timore di poter avere qualche dolore acuto da un momento all'altro e dover fare un'operazione d'urgenza

saluti

grazie
[#3] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentiule utente,
purtroppo nessuno di noi è fornito di una attendibile sfera di cristallo per predire il futuro, tuttavia penso che prima di lasciarsi andare alle sue paure dovrebbe perlomeno farsi visitare da un chirurgo. Infatti solo dopo la visita sarà possibile tranquillizzarla o meno. Innanzitutto bisogna accertare la presenza dell'ernia o del laparocele, poi studiarne le caratteristiche (sede, dimensioni, porta erniaria, riducibilità etc) e solo alla fine sara possibile dire qualcosa di più.

Cordiali saluti