Utente 348XXX
Cari dottori,
grazie in anticipo per l'attenzione, essendo un tipo un po 'fissato' scrivo per avere consigli o conferme su un fastidio che ho da un paio di gg.

Ho 26 anni e ho una vita sessuale, credo, molto attiva, tra auto-erotismo e rapporti con la mia ragazza arrivo a un 12-14 volte in media a settimana. Domenica mi sono svegliato con un leggero fastidio al lato dx del pene che in fase rilassata non è quasi percepibile ma sopratutto all'inizio dell'erezione da abbastanza fastidio persistendo poi in modo più blando. Al tocco non ho niente e non noto rossore o gonfiore, mi chiedo sarà per la particolare attività sessuale? Devo darci un po' un taglio? Non avendo subito nessun trauma, sarà questo il motivo.

La mia preoccupazione è stata ampliata da letture in rete di cose veramente antipatiche e bruttissime che possono avvenire a quest organo che non augurerei a nessun uomo, nemmeno al mio peggior nemico. Tipo la Peyronie, assurda, ma ho notato che il mio pene, leggermente curvo, è lo stesso da sempre, mentre questo morbo con il tempo crea proprio una curva indotta dell'organo e al tatto nei punti interessati dovrebbero formarsi degli strati calcificati, cose del genere.

Grazie per la pazienza, cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non alleni la fantasia con consultazioni telematiche che portano a conclusioni che non hanno ragion d'essere.Se é preoccupato,lasci che sia un esperto andrologo a porre una diagnosi di merito,con un esame obiettivo e con un ecocolordoppler penieno.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Se la cosa persisterà sicuro lo farò.

Magari provo a stare a riposo per un tre gg.

Grazie.
[#3] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Come da consiglio ho chiamato il mio urologo, gli esposto il problema e mi ha detto di prendere Oki supposte essendo probabilmente un infiammazione della parte dovuta all'attività sessuale. Il fastidio sembrerebbe essere tipico di questo effetto.

Mi permetto di scrivere ancora qui perché volevo chiedere, non per mettere in dubbio la parola del medico curante, se un infiammazione potrebbe essere risentita anche all'interno invece che in superficie. Perché la sensazione è interna, non è un effetto di pelle dell'asta o del glande come sento dire in giro, magari per il troppo sfregare o in generale per attrito.

Approfitto della vostra disponibilità e ringrazio in anticipo.