Utente 274XXX
salve,
scrivo perchè siamo preoccupati.
a Settembre a mio marito hanno diagnosticato HPV e dopo tutti i controlli hanno deciso di fare curare i condilomi sul pene con Aldara Crema 5%. dopo quasi due mesi di cure e controlli i condilomi erano spariti. Smesso la crema e dopo 2 settimane sono ricomparsi.
Allora dopo la visita hanno deciso di ricominciare la cura e ora sono quasi spariti. Putroppo però secondo noi la crema è troppo aggressiva per mio marito che quando la mette gli diventa il pene rosso e infiammato fino a fare uscire (non dall'interno dal pene ma dalla pelle dove mettere la crema) un po di sangue...se smette la crema dopo qualche giorno tutto torna normale...appena la ricomincia ecco che i problemi di infiammazione e leggero sanguinamento ricominciano e anche i boxer sono un po macchiati di leggero sangue e crema. (mette anche bepanten per calmare l'infiammazione) I medici che lo seguno hanno detto che è normale e che per guarire è giusto che ci siano queste reazioni....è proprio quello che speravano perché vuol dire che la crema fa effetto...!
Mio marito è da quando ha 17-18 anni (ed ora ne ha 32) che vede questi condilomi andare e venire senza nessuna cura..nessuno gli aveva mai detto che erano condilomi...ora se ne era accorto perché non andavano via facilmente come prima.
Ora i dottori vogliono valutare altre cure magari meno aggressive...ma gli hanno anche detto di fare i test per epatite C e controllo fegato (Epatite B vacinato e Hiv appena fatti ed era tutto ok). Epatite C fatta nel 2006 ed era negativa e da li non si ricorda episodi a rischio. inoltre a giugno 2014 (5 mesi fa) ha fatto esami del sangue completi compresi quelli del fegato perché prende tegretol per leggere crisi epilettiche....e quindi il fegato è sottocontrollo ed era tutto perfetto. Ora mi chiedo...perché vogliono fare fare questi esami per via dei condilomi che recidivano? abbiamo visto che i condilomi se non curati nel tempo portano a tumore al pene....e se mio marito avesse questo? se non avendoli curati da quando aveva 17-18 anni ad ora potesse aver fatto venire questo tumore? dal controllo dermatologico si sarebbe visto? (ha fatto diverse visite con visione del pene). Premetto che condilomi dalla giovane età non curati ma cmq sparivano da soli.
Siamo spaventati e non capiamo....se i condilomi non vanno potrebbe essere anche per un epatite C o malattie del fegato????? questo sinceramente non l'ho mai ne sentito ne visto da nessuna parte.
Pensate che possiamo stare tranquilli?
Premetto che non può essere un effetto pingpong perché da quando scoperti non abbiamo più avuto rapporti per sicurezza mia e sua.
Attendo una risposta.
Grazie mille
Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente tantissime domande, alcune delle quali appaiono a mio avviso poco fondate rispetto alle descrizioni, che racchiudono purtroppo uno stato d'ansia, seppur sovente comprensibile.
Io le raccomando di ragguagliarsi con lo specialista venereologo il quale sarà in grado di poter chiarire la situazione infettivologica muco cutanea e venereologica con esattezza ed escludere ogni altra condizione clinica correlata.
Cari saluti.