Utente 363XXX
salve. è da circa 2 settimane che accuso lievi fitte al fianco dx, non un vero e proprio dolore ma un fastidio,in determinate posizioni, o quando cammino o da seduto, che non mi impediscono le normali attività quotidiane. avendo preso freddo e accusando un fastidio alla schiena mi recai dal medico che tastò l' addome e vide che era trattabile e che tutto era ok. il problema era dunque di tipo muscolare e partiva dalla schiena. dopo la cura di 3 gg con tachipirina 1000 ogni 12 h e muscoril compresse x 5 gg una volta al giorno il fastidio alla schiena è scomparso, sebbene rimanga un fastidio molto lieve poco più in alto dell ombelico sulla destra e al fianco. ammetto di essere un po ipocondriaco e in questo particolare periodo un po' pensoso e turbato. non ho avuto febbre,ne vomito. l' attività intestinale è regolare e le analisi, fatte a settembre per un intervento (circoncisione) erano nella norma. 18 anni. non accuso inappetenza ps questa estate sono stato attento all'alimentazione e ho praticato molto sport. tuttavia dopo l' intervento un po' fastidioso ho smesso e ho ripreso a mangiare come prima.alle volte il fastidio si presenta alle costole, sotto l' ultima costola a destra, e, in alcuni casi anche a sinistra, magari dietro la schiena, o oppure sulla regione addominale, ma è genericamente sentito al fianco dx, un po' più su della regione in cui si incide x appendicectomia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, sul suo quesito già ha avuto delle risposte. Contatti pure il suo curante e lo informi del problema per indicarle eventuali accertamenti, ma ritengo che la sua ipocondria sia la causa prevalente dei suoi disturbi.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore,la ringrazio per la risposta. Forse è cosi,anche perché quando sono a scuola o in generale sono distratto questa specie di bruciore lo avverto molto meno. Il medico mi disse che se non avevo febbre e vomito e l attività intestinale era regolare non c'era da preoccuparsi. Potrebbe quindi essere una somatizzazione? Che dura da due settimane?
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si potrebbe.
[#4] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore, scrivo dopo circa due mesi perchè il fastidio si è ripresentato. ho 18 anni.inizialmente dopo la visita dal mio medico curante e cura di 3 gg con tachipirina 1000 ogni 12 h e muscoril compresse x 5 gg il fastidio non passava. dopo due settimane mi recai al Ps dove tastarono l' addome e mi fecero le analisi delle urine e del sangue trovando tutto nella norma( tanto che chiesi perchè non mi avessero dato le copie delle analisi e la dottoressa rispose che non era necessario) dando cosi nuovamente la colpa di questo fastidio al freddo e alla postura. ora, dopo due mesi di tranquillità, l' altra sera dopo essere stato al freddo per un bel po' ho avuto forti brividi e nuovamente questo fastidio sporadico all' ultima costola destra e oggi anche sulla parte lombare/centrale della schiena. è possibile che sia dovuto realmente al freddo che ho preso ( con l' aggravante che a scuola sono esposto al calore del termosifone sulla schiena e alla finestra aperta che emana aria fredda alla schiena stessa) o oppure a qualche condizione di ansia e stress ( considerato che sono lievemente ipocondriaco) ? per quanto riguarda l' attività intestinale è tutto nella norma, eccetto questa notte che ho avuto dei crampi associati ad un episodio di feci molli per qualcosa che ho mangiato e che mi ha dato fastidio (mai successo in questo periodo ne prima eccetto che oggi) spesso il fastidio sembra interessare a 'cerchio' l' intera regione centrale del tronco prendendo anche gli addominali. aggiungo che è un periodo no e che passo le giornate intere a pensare negatività
[#5] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, le risposte gliele abbiamo date e la sua situazione risente molto anche dal suo stato psicologico. Informi comunque il suo curante e si faccia visitare per tranquillizzarsi.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore, scrivo nuovamente a lei per un problema che mi sta facendo preoccupare. Nella notte di martedì ho avuto un crampo associato ad un episodio di diarrea. Nei giorni seguenti tutto regolare,anche le evacuazioni. Tuttavia continuava uno stato di fastidio alla bocca dello stomaco, rumori (come se digestivi) accentuati e un fastidio al fianco dx. Ho chiamato il mio medico il quale mi ha detto di non preoccuparmi perché si tratta di un virus intestinale che si protrae per qualche giorno con questi fastidietti. La mia paura è che non possa trattarsi di appendicite.quando alzo la gamba non ho dolore,nemmeno se premo sul addome. Ogni tanto però sento un piccolo fastidio proprio in quella zona,come se fosse lievemente indolenzito. Questa notte,dopo ormai 5 giorni, forse anche in preda all ansia ho avuto un fastidio molto evidente alla bocca dello stomaco che si è calmato soltanto con una limonata calda e mi ha consentito di dormire. avevo addirittura le gambe che tremavano. Ho misurato la temperatura, ma era intorno a 35,5/36. In questi giorni non ho mai avuto febbre. Spesso ho appetito anche se mi sento qualche volta un po disgustato. Non so se può esserle utile ma in questi giorni ho frequente bisogno di espellere gas gastrointestinali, e spesso eruttazioni.il mio medico ha detto di prendere buscopan ma non lo sto facendo perché temo x appendicite e so che gli antidolorifici non vanno presi. Cosa può essere?
[#7] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Non si faccia prendere dall'agitazione e segua i consigli del suo curante.
Saluti