Utente 365XXX
Mia madre di 66 anni soffre da alcuni anni di osteoporosi primaria e in alcune zone di osteopenia compatibile con la sua età.Prende a cicli alterni vitamina D3 come integratore di calcio. Soffre di osteoartrite nella parte di colonna vertebrale lungo i dischi lombari L2-L3. La sua curva di lordosi è a posto e anche nella norma l'articolazione sacro-iliaca. L'ampiezza degli spazi discali lombari è nella norma. Nel tratto L2-L3 l'artrosi è ti tipo iterapofisaria e intersomatica con osteofitosi di tipo grossolana. Tale osteofitosi crea talvolta una compressione a livello della radice spinale e quindi spesso si infiamma il nervo sciatico che prendere alle volte dall'anca fino al piede.
Mia madre pratica una terapia conservativa ,fa cyclette ogni giorni per 30' minuti , passeggiate e in caso di attacchi di infiammazione prendere dell'ibuprofene come terapia antidolorifica o paracetamolo. L’ortopedico ha prescritto magnetoterapia per l’osteoporosi. Anche se non è universalmente riconosciuta dalla medicina ho letto che è idonea per il trattamento dell'osteoporosi perche stimola l'azione degli osteoblasti che favoriscono la produzione di tessuto osseo soprattutto in concomitanza di vitamina D specifica oltre ad altri benefici quali il riequilibro cellulare ,aumenta l'apporto di calcio nelle ossa e rallenta il processo di osteoporosi. Mi sono informato di prendere lo strumento di magnetoterapia domestico dato che ormai sul mercato ci sono aziende che producono strumenti soddisfacenti per trattamenti di artrosi e osteoporosi. Ho poi cercato di trovare degli integratori per poter aiutare compatibilmente con l'artrosi che ha mia madre a stimolare la formazione di cartilagine con conseguente riduzione della rigidità e utilizzo degli antinfiammatori .Ho trovato il glucosamina solfato e condrotoina ma informandomi bene a livello di letteratura su internet sembra che vi siano studi che spiegano come a causa dell'integratore la pressione intraoculare tenda ad aumentare oltre che non essere indicato a pazienti che sono vicino al diabete...mia madre come glicemia ha 112 quindi preferirei non utilizzare questo tipo di integratore. Allora ho trovato un altro tipo di integratore che è idrolizzato di collagene che non ha questi effetti collaterali e che attraverso l'intestino studi dimostrano che stimola anche se lentamente e in misura limitata la formazione di cartilagine.
Chiedo cortesemente un parere sugli integratori menzionati e sulla scelta di prendere un apparecchio domestico per la magnetoterapia ovviamente coadiuvati con esercizio fisico moderato e stile di vita il più possibile sano Vi ringrazio.

Giancarlo
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Dalla Sua descrizione si desume che se da una parte vi è un lodevole impegno da parte Sua per cercare le soluzioni per Sua madre, dall'altra però Le mancano le competenze per poter decidere quali sono le scelte più appropriate, scelte che devono essere prese esclusivamente da un medico. Per fare qualche esempio la vitamina D3 non è un integratore di calcio, non esistono integratori che stimolino la formazione di cartilagine, non è pensabile che un generico apparecchio di magnetoterapia possa curare artrosi e osteoporosi : può dare benefici temporanei in un distretto isolato (ad esempio l'artrosi in un ginocchio) ma non certo risolvere l'osteoporosi o l'osteopenia. Le suggerisco di far visitare Sua madre presso l'ambulatorio dell'osteoporosi del Policlinico della città che ha indicato, dove potrà essere deciso il trattamento più appropriato e dove Sua madre riceverà le indicazioni relative alle attività fisiche, alimentazione, esposizione alla luce solare, ecc.
Cordiali saluti