Utente 219XXX
Buongiorno Dottore,
vorrei sottoporle una domanda in merito all'ecografia inguinale che ho fatto la settimana scorsa.
L'esame evidenzia lipoma paraerniario ecogeno di modeste dimensioni, non seguito da impegno di ansa intestinale, insinuatesi per circa 1 cm all'interno del canale inguinale, esclusivamente durante manovra di torchio addominale (punta d'ernia).

Contestualmente si rileva ispessimento ed ipoecogenicità del tendine prossimale dell'adduttore lungo, rilievo questo ascrivibile ad essudato tenosinoviale. fibre tendinee integre.

Cosa mi consiglia di fare? Devo rivolgermi ad un chirurgo?

In questi giorni sto accusando dei bruciori all'interno coscia e che si irradia lungo tutta la gamba fino alle dita dei piedi e dietro ai glutei, con bruciore anche in prossimità tra l'inguine e la coscia.

Attendo Vs cortese riscontro.
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La punta d'ernia difficilmente è la causa dei disturbi riferiti. Consigliabile prima una visita ortopedica.
[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno Dottore,
la ringrazio per l'attenzione ricevuta.
Ma per quanto concerne l'ernia mi consiglia di fare qualcosa? Da quando ho saputo di questa punta d'ernia ho lasciato anche l'attività sportiva onde evitare di aggravare la situazione.
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Riprenda l'attività sportiva tranquillamente e non faccia nulla. Se la punta d'ernia dovesse trasformarsi in una ernia vera e fastidiosa dovra sottoporsi all'intervento. Ma in ogni caso ora non deve fare una vita da invalido.