Utente 231XXX
Buongiorno,
scrivo perchè il 19/12/2013 mia figlia Emma ha subito un intervento di strabismo ad entrambi gli occhi, ma l'assicurazione non mi ha risarcito in quanto sostiene che la polizza non copre le cure dell'ipermetropia.
PIccolo sunto:
Mia figlia è ipermetrope ma è nata con gli occhi diritti, poi di punto in bianco un giorno è andata a scuola con gli occhi dritti ed è ritornata con gli occhi storti, da li abbiamo scoperto la sua ipermetropia, iniziato le varie cure, occhiali, occlusioni ed infine l'intervento, chiaramente adesso ha lo stesso ed identico difetto di vista cioè ancora ipermetrope come prima.
Mi sento presa in giro, soprattutto perchè la risposta mi è stata data solo un mese fa mezzo raccomandata ce cita: EX ART 17 DELLE ESCLUSIONI CONTRATTUALI L'ASSICURAZIONE NON E' OPERANTE NEL CASO DI INTERVENTI E CURE DELL'IPERMETROPIA.

Qualcuno sa dirmi se hanno ragione?

Grazi mille.

Marta

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
cara Signora Marta
in periodo di crisi economica ogni scusa e’ buona...per non attendere agli obblighi contrattuali.
La sua bambina e’ stata sottoposta ad intervento chirurgico per uno strabismo :
una esotropia accomodativa in cui l’ipermetropia recita un ruolo, ma l’intervento e’ stato eseguito per ridurre o eliminare lo STRABISMO , non per togliere gli occhiali...
non abbiamo mai parlato di chirurgia refrattiva.

Voglio sperare che si tratti di un REFUSO

altrimenti per l’ASSICURAZIONE

e’ davvero una gran FIGURACCIA...

Se l’assicurazione dovesse perseguire nell’ERRORE facciamo un bell’articoletto...

Riflettevo ora
allora anche se un paziente si opera di cataratta ed era miope o ipermetrope prima dell’intervento
l’assicuratore NON PAGA perche’ gli abbiamo levato il vizio di rifrazione???

buona serata

i suoi ASSICURATORI dovrebbero VERGOGNARSI
lucrare su un intervento chirurgico eseguito ad una bambina...

resto basito!!
[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno Dott. Marino,

grazie mille per la sua competente risposta, che mi ha dato il giusto input per prendere in mano la situazione e farmi sentire con i giusti toni,

Spero vivamente che possa essere sufficiente manifestare il mio disaccordo con una lettera e una telefonata, diversamente seguiro' il suo consiglio.

L'aggiornerò non appena avrò notizie..

Grazie ancora e buon lavoro!


Marta
[#3] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno,
dopo sette mesi l'assicurazione ci ha finalmente risposto in questa maniera, copio ed incollo:

"Con riferimento al sinistro ln oggetto slamo a comunicarLe che, nostro malgrado, non potremo ammettere ad indennizzo poiché da un attento esame della documentazione messa a disposizione è emerso che: come certificato dal curante stesso (vedi certificato del 22/11/2013) la esotropia è parzialmente accomodativa cioè è legata alla presenza dl Ipermetropia ovvero ad un VIZIO dl rifrazione, quindi un difetto fisico, pertanto escluso at sensi di polizza (Medicare-esclusioni contrattuali e delimitazioni).pertanto al sensi delle condizioni di polizza il danno risulta essere non Iiquidabile"


l'agente mi dice che se voglio proseguire, il prossimo step è l'arbitrato, 3 periti di cui uno e mezzo a carico nostro, e i tempi non pervenuti... quindi chissa' quanto tempo ci andrebbe ancora... ricordo che la data dell'intervento fu il 19/12/2013.

grazie


[#4] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
puntiamo all’arbitrato

io e penso tutta MEDICITALIA siamo con Lei

scelga bene l’ARBITRO pero’