Utente 365XXX
Buongiorno, da un anno circa sto riscontrando una serie di problemi durante e dopo il rapporto sessuale. Durante i rapporti ho riscontrato una diminuzione della quantità dell'eiaculato, direi più che dimezzata ed anche un forte calo nella potenza di espulsione. So che l'importante è la qualità dello sperma, ma la differenza tra l'anno scorso e quest'anno è talmente tanta che non potevo non notarlo, ma all'inizio non gli avevo dato il giusto peso, pensavo fosse qualcosa di passeggero. Anche l'espulsione è totalmente differente e quasi priva di "potenza" avviene molto spesso sottoforma di colatura e mi sembra quasi di fare fatica ad eiaculare.
Subito dopo l'eiaculazione inizio a sentire un fastidio, a volte dolore a livello testicolare che si protrae anche per molte ore. Alle volte è sottoforma di fitte altre è più simile ad una pesantezza. Non solo ai testicoli, sento un male anche internamente, più o meno nella zona del muscoli pelvici, ma interno...non saprei se sia la prostata o cosa.
Dopo eiaculazione ho bruciore uretrale più o meno elevato e successive erezioni dolorose, ma questi sono fastidi che mi porto da anni, già dall'adolescenza e non è mai stata trovata una soluzione al punto che mi sono abituato a conviverci. Non sono purtroppo riuscito a trovare i miei più vecchi referti, ma ricordo che mi si diceva potesse essere a causa del frenulo breve (successivamente feci intervento di rimozione) o al numero di rapporti.
Sempre da quest'anno, ho delle perdite di urina post minzione quando mi siedo, non sempre, ho notato che il problema non si presenta se trattengo l'urina il più possibile. Faccio anche fatica a svuotare la vescica, non nel senso che non esce l'urina, ma nel senso che esce in due momenti, l'ultima rimasta mi esce dopo circa un minuto dall prima minzione. Il problema della perdita di urina si è ridotto in parte rafforzando i muscoli pelvici, ma non si è annullato.
Non saprei se possa centrare qualcosa, ma sembra che tutto questo influisca anche sulla qualità del rapporto visto che tendo ad avere eiaculazioni molto spesso precoci, cosa che prima poteva capitare, ma non come norma.
Altro strano disturbo è la perdita di liquido dal pene simile allo sperma durante defecazione, successo pochissime volte, ma non era mai avvenuto prima di quest'anno.
Quest'anno sono stato sottoposto ad orchidofissazione dx e varicocele sx, ma i sintomi sopracitati non sono cambiati, tutto come prima. Tra 6 mesi avrò visita di controllo urologica, nuovo spermiogramma ed ecocolor doppler scrotale. Aggiungo che anche se non nell'immediato io conto di avere figli nei prossimi 1-2 anni quindi vorrei trovare una soluzione a questa situazione che va avanti da troppo tempo per i miei gusti. Spero possiate darmi delle indicazioni, grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
i suoi sintomi sono estremamente disparati, e si può solo pensare a qualche forma infiammatoria delle basse vie uro-genitali. Nel suo post non parla che sia stato visita, ma desumo di sì visto l' intervento. Importante sarebbe sapere che dice il collega. Che se lo ha scritto mi sfugge.
[#2] dopo  


dal 2016
2010
[#3] dopo  


dal 2016
Nel primo post non mi permetteva di inserire gli esami per questione di spazio. Comunque questi sono tutti gli esami che ho trovato dal 2010 ad oggi. Purtroppo quelli precedenti credo di averli perduti o buttati.

2010
ESAME PSA
PSA 0.88
PSA FREE 0.400
RAPPORTO PSA FREE/PSA 0.45
PSA COMPLESSATO 0.48

2010
ESAME CULTURALE URETRALE
ricerca Neisseria gonorrhoeae e micoplasmi uretrali: NEGATIVO
Batterioscopico Uretrale: assenza di flora batterica
Chlamydia Uretrale: NEGATIVO
Tampone uretrale ricerca batteri aerobici e ricerca miceti: NEGATIVO

14/05/2010
VISITA UROLOGICA
Anamnesi: operato di safenectomia dx il 20/04/2010
Sintomatologia: lamenta senso di stiramento al pene durante i rapporti sessuali, successivamente lamenta erezioni dolorose, senso di bruciore uretrale.
Esami presentati: tampone uretrale negativo, PSA 0.88; ecografia TR prostata di 21ml nella norma+ vene ectasiche
Esame obiettivo: non placche di IPP, frenulo breve; modesto varicocele sx con testicolo sx di dimensioni ridotte rispetto al dx


09/06/2010
INTERVENTO FRENULOTOMIA
In anestesia locale eseguita al solco balano prepuziale si seziona il frenulo trasversalmente e si pratica una sutura longitudinale.

2011
ECOCOLORDOPPLER TESTICOLARE
Testicoli nella norma per sede ed ecostruttura.
Epididemi apparentemente nei limiti.
Non segni di idrocele.
Presenza a sinistra di alcune ectasie venose (max 5.1 ca.): al segnale color-doppler presenza di reflusso di tipo venoso, abbastanza prolungato, basale, a media velocità; purtroppo il pz non riesce a eseguire correttamente la m. di Valsalva, quindi difficile stabilire in modo attendibile il grado del reflusso con manovra di provocazione.

29/11/2011
VISITA UROLOGICA
Anamnesi: operato frenulotomia il 9/6/2010; riferisce che senso di stiramento allo scoprimento del grande in erezione e durante i rapporti sessuali cui era stato consigliato di applicare Luan; fimosi larga; senso di stiramento in fase di riduzione; lamenta senso di bruciore uretrale alla punta del pene in sede ventrale; EOL varicole sx; tampone negativo per trichomonas, clamidiae, mycoplasmi, neisserie. Non bruciori minzionali. Testicoli leggermente ipotrofici. Addome piano trattabile non dolente; pene non fimosi;

2013
ECOGRAFIA ADDOME
Pancreas e milza regolari per dimensioni ed ecostruttura.
Fegato di volume nei limiti, margini regolari e struttura omogenea, esente da attuali lesioni sostitutive disseminate o focali.
colecisti normodistesa, con pareti regolari, priva di difetti endoluminali.
Vie biliari intra ed extrapatiche non dilatate.
Asse pleno-portale regolare per calibro e decorso.
Entrambi i reni sono in sede, di volume nei limiti, rapporto cortico-midolarre conservato.
Non immagini ecografiche riferibili a calcoli.
Non dilatazioni delle vie escretrici.
Aorta addominale indenne.
Vescica normodistesa, con pareti regolari, priva di difetti endoluminali o compressioni estrinseche di significato patologico.
Prostata normale per dimensioni, morfologia e struttura.

2013
ECOGRAFIA TESTICOLI
Dimensioni medie, margini netti ed ecostruttura omogenea e regolare, senza lesioni focali.
Normale aspetto ecografico degli epididimi.
Modesta varicosità dei plessi venosi pampiniformi con varicocele di I° a sx e II° a dx.
E' presente idrocele fisiologico.
Non grossolane calcificazioni.

21/01/2014
VISITA UROLOGICA
ipermobilità testicolare destra sintomatica con ipotrofia relativa
eco con note di varicocele a sinistra senza riscontro clinico

02/2014
ESAMI
Tireotropina. (TSH) 1.21
Prolattina 8.7
Ormone luteinizzante <LH> 12.6
ormone follicostimolante <FSH> 5.2
estradiolo 18.
Testosterone 5.63

03/2014
sPERMIOGRAMMA
Caratteristiche fisiche:
volume 4.8ml
pH 7.4
Coagulazione presente
Liquefazione completa
colore avorio opalescente
odore s.g.
viscosità lievemente aumentata
filanza presente

Caratteristiche microscopiche:
numero spermatozoi/ml 15 milioni
numero totale spermatozoi 72 milioni

Motilità a 60 minuti:
totale 50%
progressiva rapida 0%
progressiva lenta 35%
in situ 15%
immobili 50%

Motilità a 120 minuti:
totale 47%
progressiva rapida 0%
progressiva lenta 30%
in situ 17%
immobili 53%

Morfologia:
forme normali 2%
forme abnormi 98%
anomalie testa 77%
anomalie tratto intermedio/coda 3%
anomalie testa-tratto intermedio-coda 18%
Emazie assenti
cellule rotonde .000/ml
cellule epiteliali presenti
cellule germinali immature presenti
leucociti .000/ml

10/06/2014
VISITA UROLOGICA
Ormoni sostanzialmente in regola
metabolismo in ordine
confermata dispermia
incipiente disuria prostatica
topster
si annota per interventi di orchidofissazione destra e varicocele sinitro.

23/06/2014
INTERVENTO DI ORCHIDOPESSI DESTRA

13/10/2014
ECOCOLORDOPPLER DISTRETTUALE
Quesito diagnostico: varicocele bilaterale
Didimi bilateralmente con normale vascolarizzazione intraparenchimale.
Modesta ectasia venosa peritesticolare sinistra con modestro reflusso venoso
basale intermittente con gli atti respiratori e di bassa velocità, incrementato lievemente durante la manovra di valsalva, compatibile con varicocele SX di I-IIgrado
A destra minima ectasia venosa peritesticolare ma senza reflussi venosi patologici

14/10/2014
ECOGRAFIA ADDOME COMPLETO (sup+inf)
quesito diagnostico: varicocele bilaterale.
Dimensioni morfologia ed ecostruttira del fegato sono nella norma.
Calibro dell'asse venoso spleno-portale regolare.
Milza e pancreas normali.
Colecisti distesa priva di calcoli. Vie biliari normali.
Regolare calibro dell'aorta addominale.
Sede dimensioni morfologia ed ecostruttura dei reni sono nella norma.
Non si rilevano calcoli.
Vie escretrici non dilatate.
Vescica priva di alterazioni parietali.
Prostata di normali dimensioni.


16/10/2014
INTERVENTO DI VARICOCELE SINISTRO
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Visto.
Consiglio test di stamey: esame urine prima e dopo massaggio prostatico., Ha tutta l' aria di essere una protatite rognosa.
[#5] dopo  


dal 2016
La ringrazio della risposta. Mi consiglia di iniziare già a farlo o devo aspettare essendo stato operato di varicole recentemente? per la precisione il 16/10/2014.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Le due cose sono indipendenti
[#7] dopo  


dal 2016
Buongiorno, come mi aveva consigliato ho eseguito il Test di Stamey

Test di stamey
urinoc. prima massaggio NEGATIVO
urinoc. dopo massaggio prostatico NEGATIVO
t.uretrale dopo massaggio prostatico POSITIVO

Esame batterioscopico
polimorfonucleati ASSENTI
cellule epiteliali RARE
flora batterica DIPLOC.GRAM POS.
miceti ASSENTI

germe isolato Stafilococco coagulasi NEGATIVA

Antibiogramma secr. prost. dopo massaggio

ciprofloxacina 1 sensibile
daptomicina 0,5 sensibile
eritromicina > 2 resistente
gentamicina <= 1 sensibile
linezolid 1 sensibile
moxifloxacina <= 0,25 sensibile
tobramicina > 4 resistente
oxacillina > 2 resistente
trimetoprim/sulfametoxazolo <= 1/19 sensibile
tetraciclina <= 0,5 sensibile
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
non possiamo far terapia di qua
[#9] dopo  


dal 2016
Buongiorno,
volevo aggiornare sullo stato attuale. Dopo aver fatto il Test di Stamey di cui sopra, mi è stato il farmaco ciprofloxacina che ho utilizzato per circa una settimana, senza ottenere alcun risultato. Successivamente sono stato da un andrologo che mi ha visitato e prescritto per il problema erettile Cialis da 20 per un mese, una pastiglia un giorno sì ed uno no a prescindere dai rapporti per, secondo lui, favorire la circolazione sanguigna. Per lo stesso motivo mi ha fatto fare 10 sedute di ossigeno-ozono terapia e mi ha dato Meliven da prendere una volta al giorno a stomaco pieno ed una pomata da utilizzare due volte al dì, Venolen 2%. Il tutto ha dato dei vantaggi dal punto di vista erettile, ma nessuno per quanto riguardava l'eiaculazione precoce. Aggiungo che i vantaggi ottenuti li ho avuti durante la cura, smesso la cura la situazione è ritornata uguale a prima.
Per quanto riguarda invece gli altri disturbi (bruciore uretrale ecc...) mi ha chiesto di fare degli esami.

Tampone a secco
Ricerca di DNA di HPV (glande/solco balano prepuziale): ASSENTE

Tampone a secco
Ricerca di DNA di HPV (uretra): ASSENTE

Ricerca di DNA di HPV (liquido seminale): ASSENTE

TAMPONE IN TERRENO CULTURA
Tampone uretrale (met: Colturale) [S]: NEGATIVO
Esame colturale: NEGATIVO
Sviluppo di flora patogena: NEGATIVO
Ricerca Streptococco beta-emolitico: NEGATIVO
Ricerca miceti: NEGATIVO

TAMPONE A SECCO
Chlamydia trachomatis: ASSENTE
Mycoplasma genitalium: ASSENTE
Trichomonas vaginalis: ASSENTE
Ureaplasma urealyticum: ASSENTE


TESTOSTERONE LIBERO: 9.11 (3.84-34.17)

SEX HORMONE BINDING GLOBULIN: 34 (10-57)

PROLATTINA: 7.1 (2.1-17.7)
ORMONE LUTEINIZZANTE <LH> 9.3 (1.5-9.3)
ORMONE FOLLICOLOSTIMOLANTE <FSH> 6.1 (1.4-18.1)
ESTRADIOLO 21. (10.-42.)
TESTOSTERONE 4.38 (2.41-8.27)

SPERMIOGRAMMA
Liquefazione: COMPLETA
Viscosità: NORMALE
Volume: 4,6 (=>1.5)
pH: 7,2 (=>7.2)
Colore: grigiastro
Concentrazione: 22 milioni/ml (=>15milioni/ml)
Numero totale: 101 milioni (=>39milioni/ml)
MOTILITà
Progressiva rapida a: 1%
Progressiva lenta b: 26% (a+b =>32%)
in situ.: 16%
mot.totale: 43%
statici: 57% (<=60%)
Numero totale con motalità progressiva 27milioni
Vitalità eosina: 45% (=>58%)
MORFOLOGIA
Spermatozoi normali: 2% (=>4%)
anomalie testa: 98%
anomalie collo/tratto intermedio: 20%
anomalie coda: 8%
goccia citoplasmatica: 4%

La dottoressa del centro in cui ho eseguito i vari tamponi dice che alcuni dei disturbi di cui io mi lamento (erezioni dolorose notturne, disfusioni erettili) potrebbero essere conseguenza dell'uso di esomeprazolo, ma io lo prendo ogni giorno, mentre le erezioni dolorose notturne mi capitano solo dopo i rapporti.
Un medico mi ha detto che un esame negativo o positivo che sia non da in realtà una certezza assoluta in nessuno dei due casi, potrebbero benissimo essere falsi positivi o negativi e nessun medico da un referto è in grado di sapere se l'esame sia stato eseguito nella maniera corretta o meno, si limita a supporre che lo sia stato fatto.