Utente 319XXX
salve vorrei sapere io e mio marito vorremmo un secondo figlio io ho 39 mio marito 45 pero di recente ha avuto dei cali erettili da una visita andrologica eseguendo sia il doppler pineo che risultato a posto sia i corpi cavernosi che la vascolarizzazione poi abbiamo eseguito l'esame del testosterone che aime ha dato esito negativo cioè l'andrologo riesce a spiegarsi del motivo dei cali erettili dovuto alla percentuale bassa delle testosterone e che mio marito soffre di ipogonadismo ora mio marito dovrà sottoporsi ad una cura vorrei sapere tenendo conto che il mio andrologo ha escluso che possiamo avere problemi di procreazione è vero? anche se io nutro forti dubbi vorrei avere un consulto grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,non é il testosterone basso a "certificare" l'infertilità,bensì lo spermiogramma,di cui non fa cenno nel post.Quanto al deficit erettile,conviene rifarsi ai consigli terapeutici di chi ha interpretato i dati espressi dall'ecodoppler,dai dosaggi iormonali e dall'esame obiettivo.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 319XXX

Iscritto dal 2013
Lo spermiogramma non lo abbiamo ancora fatto perché il nostro primo figlio lo abbiamo concepito subito il punto che è la prima volta dopo 12 anni ci stiamo riprovando forse dato che la prima volta ci siamo riusciti e dato che purtroppo di recente abbiamo scoperto questa cosa volevo sapere più pareri.teneddo conto che per noi questo è stato il primo mese potrebbe pure starci.volevo sapere ma con una cura adeguata si può risolvere il problema della disfunzione erettile
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...prima di consigliare una terapia,si pone una diagnosi.Una coppia che ha un figlio va considerata potenzialmente fertile ma, considerando l'età matura,l'esigenza di eseguire uno spermiogramma ed una diagnosi andrologica,uniti ad una diagnosi ginecologica,diventa ineludibile.Discorso analogo é da ribadire per l disfunzione erettile,oggetto di studio da decenni,con ottimi risultati.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 319XXX

Iscritto dal 2013
Dottore mi scusi sta sera sono stata dal mio andrologo ci ha consigliato lo spermiogramma prima di iniziare la cura ormonale per verificare se ci siano problemi di spermatici però io e mio marito abbiamo avuto due figli uno ho interrotto la gravidanza volontariamente mentre il secondo portato avanti entrambi avuti al primo colpo solo che attualmente stiamo ad avere un'altro figlio premetto ci stai o provando da un mese il testosterone basso sia determinante per la vitalità degli spermatozoi vista la riluttanza del medico ad iniziare la cura ormonale se prima non facciamo lo spermiogramma