Utente 357XXX
Salve dottori vorrei esporvi il mio "problema".
Tutto inizia agli inizi di novembre quando per puro caso palpo un linfonodo situato quasi alla fine del collo sul lato dx e li comincia il panico .
il giorno seguente vado dal mio medico curante il quale lo definisce come un normalissimo linfonodo laterocervicale che non merita ulteriori indagini strumentali poiché per lui dopo la palpazione risulta normalissimo ne infiammato o altro.
ora la cosa che mi lascia perplesso è che io so che in condizioni normali i linfonodi non dovrebbero essere affatto palpabili se non in particolari patologie più o meno gravi.
ora è probabile che io abbia un linfonodo palpabile senza infiammazione o altro ? Il linfonodo non dovrebbe raggiungere nemmeno un centimetro, almeno così sembra.
Poi ho notato che portando il braccio destro al collo il linfonodo sembra rimpicciolirsi e allungarsi leggermente o almeno ho questa sensazione inoltre in base alla posizione che assumo sembra essere meno o più palpabile .
non so se può essere utile ma alla fine di settembre inizio ottobre ho effettuato un emocromo completo come, urine, valori epatici ecc ecc e una risonanza magnetica per un controllo alla cervicale e alla fine tutto negativo. Successivamente il mese di ottobre ho avuto una faringite curata con agumentin e poi una tonsillite curata con citromax per tre giorni e poi dopo una settimana altri tre giorni di citromax inoltre presento denti del giudizio che continuano a rompere le gengive da anni .
ho 22 anni sono alto 1.88 x 89.5 kg fumatore non ho pruriti diffusi ne febbre e ne perdita di peso .
la mia paura è che possa trattarsi di un linfoma visto che è lì da un mese .
spero che rispondiate .
grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signore
se il suo medico curante non ha ritenuto significativo l'aumento di dimensioni del suo linfonodo difficilmente via internet e senza una visita si può asserire il contrario. Probabilmente, in considerazione delle sue patologie pregresse ( faringite e poi una tonsillite inoltre presento denti del giudizio che continuano a rompere le gengive da anni) il collega deve aver reputato le dimensioni del suo linfonodo come normali. Consideri inoltre che in alcuni stati post-infiammatori reattivi possono essere palpabili, seppur con difficoltà, anche per alcune settimane.
Qualora il quadro clinico dovesse variare non esiti comunque a riconsultare il suo medico curante

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 357XXX

Iscritto dal 2014
Salve dottore innanzitutto la ringrazio per aver risposto.
Io in effetti i primi giorni dopo la visita dal mio curante ero tutto sommato tranquillo ora la mia preoccupazione deriva dal fatto che questo linfono non è mai stato dolente o almeno da quando l'ho "scoperto" anche perché io non so se sia sempre stato li palpabile e non ci ho mai fatto fatto caso oppure no .
inoltre è la tempistica, da quando sono riuscito a palparlo è passato quasi un mese , non aumenta di dimensioni certo , ma è sempre li.
Ho dimenticato di aggiungere che nel mese di ottobre insieme a laringite e tonsillite ho avuto un interessamento anche alle orecchie con delle piccole fitte frequenti durante la giornata poi sparite dopo terapie antibiotiche.
Dottore/i in pratica la mia domanda ora è : può questo linfonodo essere li da almeno un mese, non essere dolorante in nessun caso e non aver bisogno di ulteriori approfondimenti ? E se continuerà ad esserci per svariato tempo?
Il mio medico continua a dire di non preoccuparmi
Ma purtroppo dopo aver accaparrato spazzatura da Internet mi risulta difficile.
Grazie ancora per la disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signore
come già Le ho detto nel precedente consulto non è possibile fornire via internet risposte precise a così precise domande. Per poterlo fare sarebbe necessaria una visita per capire se quello che lei identifica come linfonodo lo sia realmente o se magari sia un cumulo di grasso o comunque una struttura non patologica del suo corpo.
Dia retta quindi al suo medico curante e si tranquillizzi, considerando che le dimensioni dei linfonodi possono variare da pochi millimetri fino ad un centimetro senza per questo essere patologici.
Purtroppo a volte i nostri timori rischiano di diventare più pericolosi delle malattie stesse.
Se lei continuerà a cercare le sue risposte su internet rischia solo di continuare a fare incetta di spazzatura senza avere una risposta esaustiva, aumentando confusione e paura cosa estremamente pericolosa. La rete infatti è piena di affabulatori ed imbroglioni che, approfittando del disagio emotivo legato alla paura di una malattia, arrivano a fare diagnosi di fantasia, pur di vendere un prodotto o spillare denaro prescrivono cure miracolose senza aver neanche visto il paziente.
Rinnovandole l'invito a seguire i consigli del suo curante la saluto cordialmente
[#4] dopo  
Utente 357XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio nuovamente per la risposta.
Cercherò quindi di restare tranquillo e seguire seguire i suoi consigli.
Ancora mille grazie.