Utente 365XXX
Salve,
sono un ragazzo di 30 anni e ho parecchi nei sparsi su tutto il corpo, specialmente sul dorso e sul torace. Su suggerimento della mia dermatologa, ho da poco fatto togliere un neo che avevo sul petto, al lato del capezzolo destro, che si è rivelato essere un melanoma. Tale rilevamento provoca in me una certa preoccupazione, come è comprensibile. Riporto di seguito i dettagli dell'esame istologico:

DESCRIZIONE MACROSCOPICA

Losanga cutanea di cm 0,8 x 0,5 sede di una lesione pigmentata di cm 0,6

DESCRIZIONE MICROSCOPICA

Cute sede di proliferazione melanocitaria dermica e giunzionale lentigginosa, atipica, con formazione di nidi melanocitari confluenti lungo la giunzione dermo-epidermica ed immagini di crescita intraepidermica sovrabasale, confermata con metodica immunoistochimica per HMB-45. Assenza di figure mitotiche.

DIAGNOSI

Proliferazione melanocitica atipica dermica e giunzionale con i caratteri istologici del melanoma a diffusione superficiale in fase di crescita verticale con interessamento del derma papillare.

Spessore della lesione: 0,4 mm

Margini istologicamente liberi (lesione escissa)

Stadio patologico: pT1a



Alla luce di quanto sopra riportato, la mia dermatologa mi ha suggerito di sottopormi ad un intervento di allargamento, ma ha escluso la necessità della tecnica del linfonodo sentinella o di eventuali tac.
Vorrei sapere se per il mio caso tale procedura (quella dell'allargamento) possa essere sufficiente e se il fatto che essa sia stata fissata solo per metà gennaio 2015 (ovvero, dopo un mese e mezzo dalla stesura di questo quesito) possa costituire un problema.

Ringrazio in anticipo i dottori che vorranno dare seguito alla mia interrogazione.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
Le linee guida internazionali concordano con quanto Lei ci ha comunicato: ovviamente sarebbe molto opportuno che l'allargamento fosse fatto entro un mese dall'asportazione della lesione primitiva.
Carissimi saluti.
[#2] dopo  
Utente 365XXX

Iscritto dal 2014
Gent.mo Dott. Laino,
il Suo responso mi ha rincuorato, La ringrazio moltissimo. Purtroppo è già passato più di un mese da quando il melanoma è stato rimosso (il 23 ottobre), dopodiché ho dovuto attendere quasi un mese prima di poter avere l'esame istologico. Come ho scritto in precedenza, la procedura di allargamento è stata fissata solo per il 16 gennaio presso la più vicina azienda ospedaliera. Vedrò di rivolgermi ad un'altra struttura, sperando di poter anticipare i tempi.
Di nuovo grazie infinite.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Va bene, carissimi saluti