Utente 290XXX
Salve, sono Benedetta ed ho 34 anni.
Nel 2005 ho subito un intervento di rimozione di una fistola al sacro. Era molto profonda, arrivò a toccare pure l'osso. Prima dell'intervento accusavo vari disturbi, tra cui secrezioni maleodoranti e costante dolore. Circa 3 mesi fa toccando la zona interessata, ho notato un pelo alquanto strano. Ho tirato via con una pinzetta ed ho guardato. Era qualcosa di stranissimo. Un pelo ricoperto da almeno tre strati di pelle secca perfettamente adesi al pelo. Sempre da parecchi mesi noto la zona costantemente umida, ma non maleodorante e non trovo nessuna traccia sulla biancheria. Da tre giorni però sento un acutissimo dolore e la presenza di una piccola pallina. Il tutto non mi permette nessun movimento, e sento come se si fosse creata una micro lesione che tira e brucia sulla già preesistente cicatrice. Cosa dovrei fare? Utilizzare qualche antibiotico e vedere se la zona si dinsinfiamma?
Grazie anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, il trattamento antibiotico potrebbe essere utile per migliorare il problema infiammatorio, ma una visita chirurgica per scongiurare l'evenienza di una recidiva è indispensabile.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
In questi giorni non avendo potuto consultare il chirurgo e non volendo prendere antibiotici non adatti, ho preso un antinfiammatorio a base di naprossene sodico, che utilizzo saltuariamente per altre problematiche. Il dolore/bruciore acuto sembra essersi attenuato, ma non sparita la dolorabilità e la pallina di cui sopra.
Effettuerò al piu' presto un consulto chirurgico.
Grazie mille della risposta.
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Prego e auguri.