Utente 183XXX
buonasera dottori, vi scrivo perchè vorrei parlarvi di un sintomo che mi affligge da mesi e mesi ormaima che si accentua in determinati periodi, vi espongo il problema a volte mi prendono dei dolori al petto e alla schiena, in seguito a dei tonfi nel petto, e seguiti da senso di stordimento e giramenti di testa, premesso che ho fatto da poco un elettrocardiogramma, un ecocardiogramma, un holter 24 ed un elettrocardiogramma sotto sforzo, tutti con esiti negativi, a parte la pressione arteriosa che nei momenti della visita oscilla tra i 130 / 90 140 / 90 ... un giorno 140 / 100 , ora che sto facendo jogging tutte le mattine la pressione è scesa a livelli penso piu normali tipo 120 / 80, questi dolori secondo voi possono essere di causa cardiaca??? a volte mentre faccio jogging,avverto anche questi sintomi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Buonasera,
È difficilie a distanza dirle quale possa essere la causa dei suoi disturbi. Se tutti gli accertamenti fatti in ambito cardiologico risultano nella norma,questo riduce la possibilità di una origine cardiaca dei suoi sintomi. Tuttavia dovessero persistere i sintomi le consiglio una visita cardiologica con una attenta anamnesi per potersi meglio orientare sull'origine.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#2] dopo  
Utente 183XXX

Iscritto dal 2010
Dottore grazie per la risposta, volevo chiederle essendo tutti negativi i test, non dovrebbe essere certo che non ci sono problemi al cuore? Perdoni la mia ignoranza, cm in visita cardiologica ci sono stato già, mi e stato detto trattasi di ansia.
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Tutti i test negativi riducono fortemente la possibilità di problemi cardiaci. Tuttavia nessun test ad oggi può prevedere con sicurezza assoluta il verificarsi di un infarto ad esempio, seppur come detto tutti i test effettuati e la sua giovane età lo rendano un evento improbabile. Per questo è importante integrare i risultati dei vari test con una visita cardiologica che valuti anche la presentazione clinica.

Cordiali saluti,
Alessandro Durante