Utente 335XXX
salve dottori e utenti del forum.

a febbraio 2014 mi sono sottoposto ad intervento di fuga venosa tramite scleroembolizzazione radiologica mini invasiva (dopo conferma di cavernosografia). dopo questo intervento sono riuscito ad avere rapporti completi con buona erezione cosa che prima non ero mai riuscito a fare e il recupero delle erezioni spontanee mattutine e notturne.
a mesi dall'intervento come sto? sto bene...una embolizzazione delle vene può fare solo che bene anche se adesso ho rinotato un calo notevole nelle erezioni spontanee da 1 mese a questa parte rispetto al post intervento. l'ultimo rapporto l'ho avuto a luglio, ho dovuto masturbarmi un po' prima di avere erezione (fattore anche ansiogeno) ma è stato completo. dopo quel giorno sono tornato single e le erezioni sono cominciate a calare.

detto questo ho notato un accorciamento del mio pene in larghezza e lunghezza specialmente da moscio. il mio andrologo dice che è solo una mia
sappiamo che 9 dottori su 10 sconsigliano estensori per inutilità e possibili danni permanenti al pene però dopo questo accorciamento se era possibile volevo "recuperare" qualche centimetro appunto con estensori (professionali, non quelli del sexy shop). ho letto diverse opinioni.....se usato con parsimonia, pazienza senza mai eccedere troppo i risultati si vedono, non eccessivi si parla sempre di 2-3cm però sappiamo che in certe occasioni valgono molto......

l'ultima volta che mi sono misurato il pene ero ragazzino ed era sui 17cm in ertezione. adesso non so quanto sia ma fatto sta che lo vedo un po' rimpicciolito dopo l'intervento. non mi sono mai fatto complessi di un pene piccolo però adesso mi sto facendo delle idee.
devo dire che prima dell'intervento ho provato diverse punture di caverject visto che i farmaci non facevano effetto ed il rimpicciolimento l'avevo notato già da lì!

per ultimo.....ho comprato anche le famose pillole XTRASIZE sperimentate con successo in america (fino a 7cm in più se prese per 6 mesi) per l'ingrandimento del pene in maniera naturale e adesso trovabili anche qui in europa (solo online ovviamente) da diverso tempo....non le ho ancora provate. l'ho fatte vedere al mio andrologo, me le ha sconsigliate ma allo stesso tempo non ha saputo dirmi si o no.....contiene ingredienti naturali come maca, tribulus, arginina che a regola ti fanno salire la libido.
ovviamente i 7cm non sono credibili, è più credibile che sia un semplice vasodilatatore come cialis, viagra, spedra.......e via dicendo......però ho intenzione di provare almeno un ciclo per vedere possibili risultati.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

lei sembra specializzato e ben orientato a provare tutte le più strane soluzioni non consigliate però generalmente in campo andrologico e considerate, al momento e quando va bene, dei meri palliativi.

Credo sia inutile dirle che le soluzioni ai vari problemi andrologici, da lei ventilate, siano destinate purtroppo ad ottenere pochi risultati concreti ma tant'è...comunque non possiamo che consigliarle ora di seguire le recenti indicazioni ricevute dal suo andrologo.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
sulla fuga venosa mi sono informato molto sia sul web che dal vivo. sapevo i pro e i contro ed infatti ero molto scettico. ne sono pienamente consapevole di quello che ho fatto. sarà strano ma 5 dottori differenti sentiti mi hanno consigliato questo intervento tramite embolizzazione non invasivo. assolutamente mi sconsigliarono la vecchia procedura chirurgica ormai non più usata da nessuno se non da pochissimi. tutti mi hanno detto che non è una soluzione definitiva ma in pazienti giovani può allungare notevolmente la vita sessuale.....anche se da 1 mese a questa parte ho notato un calo nelle erezioni spontanee che avevo recuperato...il pensiero di avere una ricaduta totale c'è sempre quello è innegabile.....ne sono consapevole.

il problema venoso del pene sono i tessuti non sani che creano la fuga venosa è quello il fattore principale..non ci sono ancora tecniche valide per risanare questa parte lo sappiamo tutti.......al momento l'unica soluzione è la legatura venosa che appunto ti può aiutare molto ma non per sempre.
la parola protesi non voglio sentirla ed anche se fosse l'unica soluzione la reputo improponibile sia per un giovane che per un vecchio. certamente sulla vita sessuale ti aiuterà definitivamente ma pensare di avere qualcosa di idraulico in mezzo alle gambe per il resto della vita non è un bel pensiero. in più ti va a limitare su altri fronti come lo sport in generale.........ulteriore accorciamento del pene.....

so che l'estensore è l'ultima cosa che io devo pensare ma da quando ho notato questo accorciamento del mio pene mi è venuto un pensiero in più.........ne discuterò col mio andrologo anche se già una volta me lo sconsigliò.....più che altro vorrei capire se questi macchinari usati nella maniera giusta possono dare un piccolo risultato.

4 anni fa un mio conoscente mi disse di aver fatto uso di un estensore preso su internet (non ricordo il nome della marca adesso), un modello nuovo professionale e di averlo usato per tre mesi di fila tutti i giorni la sera prima di andare a letto per 2 ore circa. e di aver ottenuto 2,5cm permanenti.....da 16cm è passato a 18,5cm..
io non ho un pene piccolo ma questo accorciamento personalmente mi da un po' noia........
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il mio consiglio finale: "Non si pasticci e ora risenta in diretta almeno il suo andrologo di riferimento".

Ancora un cordiale saluto.